search
top

“1913” di Florian Illies

Florian Illies

1913
L’anno prima della tempesta

 

 

Che cosa ha avuto di particolare quell’anno, l’ultimo prima dello scoppio della guerra?
L’Europa si è riempita di personalità ineguagliabili.
Florian Illies traccia uno straordinario ritratto dell’ultimo anno di pace
centinaia di storie che offrono un quadro di un concentrato di geni
probabilmente unico nella storia dell’umanità.
Geni che si affacciarono al 1914 con qualche presentimento di quello stava per accadere

 

«La costruzione di questo libro è favolosa, e non da meno sono le doti aneddotiche di Florian Illies. La caratterizzazione di personaggi e situazioni è incredibile.
È come aver letto tutto per la prima volta, anche quello che pensavo di sapere già»

Henning Ritter

 

Il 1913 è l’anno chiave del ventesimo secolo, dove nulla sembra impossibile, l’anno in cui ha inizio il nostro presente. Tanto la letteratura quanto l’arte e la musica sono ancora estranee alla perdita dell’innocenza che l’umanità avrebbe sperimentato di lì a poco, con lo scoppio della prima guerra mondiale. In uno strepitoso affresco, Florian Illies rende vivo un anno che racchiude in sé un momento di massima fioritura e il preludio dell’abisso. Così l’incontro con Felice Bauer libera la potenza creativa del trentenne Franz Kafka; Stravinskij e Schönberg danno scandalo con le loro composizioni; a Milano fa la sua comparsa il primo negozio di Prada; Marcel Duchamp avvitando la forcella rovesciata di una ruota di bicicletta su uno sgabello da cucina compie la grande rivoluzione concettuale del Novecento; Sigmund Freud e Rainer Maria Rilke passeggiano per le vie di Monaco; un arguto quindicenne di nome Bertolt Brecht scrive su una rivista studentesca ad Ausburg ed Ernst Ludwig Kirchner dipinge la sua personale visione di Potsdamer Platz a Berlino. E a Monaco, in Baviera, un uomo venuto dall’Austria colora cartoline illustrate cercando di vendere le sue ingenue vedute della città. Si chiama Adolf Hitler. Florian Illies ci conduce per mano, con una maestria letteraria impagabile, lungo un immaginario quanto piacevole viaggio attraverso queste e tante altre storie. Il suo libro, uno strepitoso successo editoriale in Germania, venduto in 13 paesi, è un piccolo gioiello nel panorama letterario e culturale europeo.

Autore
Florian Illies (1971) è storico dell’arte. Editorialista della «Frankfurter Allgemeine Zeitung», è stato poi anche direttore delle pagine culturali della «Zeit». Tra i fondatori della rivista d’arte «Monopol», oggi è socio della casa d’aste “Villa Grisebach”,




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47623 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47788 KB
Better Tag Cloud