search
top

A te, che non sei mai stato un padre. (Federica Guida)


"A te, che non sei mai stato un padre" è la lettera, la testimonianza, forte e dura che l'autrice vuole lasciare al lettore, non solo in quanto singolo ma anche in quanto parte di una famiglia. Un rapporto col padre complicato, del quale poco ci viene detto in termini materiali ma del quale ci viene detto molto in termini di sentimenti, mancanti e inesistenti oramai. In una notte silenziosa l'autrice lascia fluire i pensieri che si rincorrono velocemente in un vortice di emozioni tra passato e presente. Non c'è futuro per un rapporto logorato da anni di menzogne, di egoismi e di cicatrici pronte a riaprirsi, nella pelle e nel cuore. Non c'è futuro per un rapporto che l'autrice decide di interrompere definitivamente, elencando le molte mancanze ma soprattutto sottolineando quanto le stesse mancanze non l'abbiano portata lontana dai veri valori della vita: così ai pensieri invasi di rabbie si alternano ricordi di sane ed eterne amicizie e pensieri futuri su un matrimonio prossimo e eventuali figli da crescere. Se è già difficile parlare delle nostre emozioni, del nostro vissuto, è quasi impossibile parlare delle emozioni e dei vissuti degli altri, riuscendo a rispettare i loro sentimenti eppure l'autrice non solo ci trasmette un'esperienza vissuta ma lo fa donandosi completamente al pubblico attraverso i suoi pensieri più intimi. Un saggio attraverso il quale il lettore potrà riscoprire i valori fondamentali dell'individuo e del singolo all'interno del gruppo famiglia. Un saggio ad esorcizzare, scacciare, una figura paterna che può considerarsi tale solo per discendenza e non per educazione. Un saggio introspettivo, puro e vero nel suo dolore e nelle sue gioie, trattato con una sensibile quanto innata capacità che l'autrice mostra nel sapere coinvolgere il lettore nelle sue parole.

Recensito da Adriana (Libro Aperto)

Autore: Federica Guida

Genere: Saggio breve

Perchè leggerlo?
Per riscoprire quanto nonostante la rabbia e il dolore si possano comprendere ed assaporare i reali valori della vita.

Ti piace se...
Attraverso un saggio breve vuoi perderti in un viaggio introspettivo.

Il pregio principale
Una lettera introspettiva e intensa.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47628 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47788 KB
Better Tag Cloud