search
top

Acquanera (Valentina D’Urbano)


La scrittrice di questo grandissimo romanzo è Valentina D'Urbano. Viene riconosciuta principalmente per il suo romanzo d'esordio "Il rumore dei tuoi passi", nonché uno dei miei libri preferiti. Quando ho iniziato a leggere "Acqaunera" non mi aspettavo minimamente che mi sarebbe piaciuto tanto quanto quello e invece Valentina mi ha stupito ancora una volta. Il romanzo racconta di una storia al femminile, che confonde volutamente le idee fino alla fine. La protagonista è Fortuna, che ritorna nel suo paese di origine dopo moltissimo tempo perché è stato ritrovato il corpo di una ragazza che potrebbe essere la sua migliore amica. La storia ritorna indietro nel tempo a quando Fortuna nasce da Onda, sua madre, che la rifiuta fin dal primo momento, che parla con i morti e che non l'ha mai voluta. È la nonna a prendersi cura di Fortuna, che essendo molto conosciuta in città per via della madre, non riesce ad avere nessun'amica. Questo fino a quando non conosce una bambina inseguita da uno spettro, Luce. Con lei la sua vita cambierà del tutto e prenderà pieghe diverse. Fortuna nascerà in una vita costruita interamente da bugie e da segreti, che solo alla fine si sveleranno davvero. Solo alla fine infatti si riuscirà a comprendere ciò che il romanzo vuole veramente trasmettere. E' un romanzo che ha del soprannaturale, ma infondo si avvicina molto alla realtà. Infatti anche adesso coloro che dicono di avere doti soprannaturali vengono allontanate dalle altre persone perché credute pazze o molto spesso bugiarde. Ed è proprio questo ciò che succede ad Elsa e sua figlia, emarginate dai cittadini di Roccachiara. Una piacevole, a tratti inquietante, vicenda che incanta fino all'ultima pagina. L'unica luce rimane la speranza. "La speranza è una malattia più grave di qualsiasi dolore, ma ti manda avanti. E quando ami qualcuno, desideri con tutto il cuore che la speranza non si spenga." La speranza che accompagna Fortuna fino all'ultima pagina. La speranza di essere amata dalla mamma, di essere voluta bene anche se ormai sembra impossibile. La speranza di riabbracciare la nonna, che l'ha protetta senza che se ne accorgesse. E infine la speranza di essere perdonata dalla persona che teneva di più a lei, Luce, o meglio sua sorella.

Recensito da OneDirection

Autore: Valentina D'Urbano

Genere: Soprannaturale

Il pregio principale
E' un romanzo che ha del soprannaturale, ma infondo si avvicina molto alla realtà.

Il difetto principale
Solo alla fine infatti si riuscirà a comprendere ciò che il romanzo vuole veramente trasmettere.

Una frase significativa
La speranza è una malattia più grave di qualsiasi dolore, ma ti manda avanti. E quando ami qualcuno, desideri con tutto il cuore che la speranza non si spenga




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47567 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47709 KB
Better Tag Cloud