search
top

Africa – magia nera, sortilegi, streghe e guaritori


Il Continente Nero racchiude in sé le origini dell'umanità e della cultura, nonché le radici dei misteri che hanno costituito la base per il folclore che accomuna molti popoli. In questo saggio, Lory Cocconcelli affronta la magia africana con lo spirito neofita di chi approda in una terra ricca di colori, odori e suoni, e scopre come la tecnologia moderna possa serenamente convivere con rituali antichi come il tempo stesso. Ma non vi è contraddizione, solo la conservazione di superstizioni e pratiche che, a tutt'oggi, fanno parte della cultura quotidiana. L'autrice ha affrontato questo viaggio nella magia non solo da un punto di vista puramente folcloristico, ma anche ricercando, da vera studiosa, tutte quelle nozioni che avrebbero potuto avvalorare alcuni aspetti tipici delle credenze locali. Dunque, Africa è un libro in grado di avvicinare la mentalità europea a quella africana, offrendo punti di vista del tutto inaspettati.

Editore:
EEE edizioni esordienti e-book

Genere: saggistica

Estratto:
Per tradizione queste storie vengono tramandate oralmente e sono parte di un elaborato bagaglio culturale che tratteggia e identifica l'Africa animista.

Il continente nero è un groviglio di popoli sospesi tra il rispetto della tradizione e la voglia di modernità. Il progresso vuole penetrare, spesso ce la fa, ma le credenze antiche, le radici, quelle restano. Contaminate dai nuovi modelli di vita imposti dagli stranieri (e dai loro media), le nuove generazioni rincorrono l'occidente, oscillando tra ciò che sono e ciò che vorrebbero essere. Riversate in agglomerati urbani caotici, talvolta invivibili, indossano jeans, minigonne e cappellini da rapper, mangiano hamburger e frequentano net café. Ma milioni di giovani africani sotto la t-shirt contraffatta di Dolce e Gabbana portano un amuleto. Il Premio Nobel della letteratura Vidia Naipaul nel suo libro La maschera dell'Africa[1] sostiene a ragione che «da un lato l'africano desidera entrare nell'attualità del mondo moderno, dall'altro la sua cultura tradizionale lo riporta al passato da cui non vuole e non può staccarsi».

L'illeggibile, l'insieme dei misteri ancestrali che hanno governato la vita degli antenati, continua ad accompagnare il quotidiano africano. Il mondo invisibile è altrettanto reale di quello visibile e il senso del mistico è il collante di una visione comune, a dispetto di lingue, culture e realtà differenti.

In Africa, féticheurs, stregoni e guaritori non si estinguono. Qui sono nati e qui restano. Misticismo e magia, insieme a una buona dose di superstizione, sono l'altro volto di un continente che, malgrado tutto, non abbandona il suo antico passato, dove chiese e moschee affiancano mercati animisti, in cui féticheurs, guaritori e marabouts acquistano i materiali necessari per la preparazione di pozioni magiche, amuleti e feticci. Si tratta di bancarelle, come nelle piazze europee, dove al posto di scarpe, camicette e orecchini, si trovano pellami, corna, ossa, teste animali mozzate, arti troncati, bestiole rinsecchite, ali recise, erbe, radici e, vendute con un po' più di discrezione, parti anatomiche umane (per la maggior parte occhi, orecchie, sessi e lingue).

In Africa, Bibbia e Corano sono presenti da secoli ma il nero, cattolico o musulmano che si professi, in caso di bisogno spesso preferisce rivolgersi al féticheur, al marabout o al guaritore tradizionale piuttosto che al prete, al medico o all'avvocato.

Acquisto:
In vendita su Amazon e nei maggiori bookstores online




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47566 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47737 KB
Better Tag Cloud