search
top

Alessandro Magno e i prescelti venuti dal futuro


Nel 2065 d.C. due eroici statunitensi, accuratamente prescelti, si rendono protagonisti del primo viaggio nel tempo della storia. Essi vengono catapultati nella Grecia del IV secolo a.C.
L'idea della storia raccontata trae origine dalla suggestione che ha spesso avvinto coloro i quali si sono applicati nello studio dell'Età classica e in particolare delle gesta di Alessandro il Grande: quali sarebbero stati gli sviluppi degli avvenimenti se il sovrano macedone non fosse morto nel fiore della sua giovinezza a Babilonia e avesse conquistato anche Roma? Quali implicazioni storiche avrebbe comportato l'irrompere anche in Occidente del figlio di Filippo?
Oltre al fascino che questo capitolo della storia racchiude, ho voluto approfondire l'impatto che, in virtù delle loro conoscenze scientifiche, due in fondo semplici individui, originari della seconda metà del XXI secolo d.C. e rappresentanti pertanto di una civiltà ancora più evoluta della nostra, avrebbero avuto la capacità di imprimere sul corso delle vicende umane. E se Alessandro avesse potuto attingere a delle nozioni scientifiche fatte proprie dall'umanità solo nel XX secolo d.C., quali sarebbero state le conseguenze di ciò sulla naturale evoluzione della storia?
Per rendere praticabile l'esplorazione di simili sentieri ho dovuto presupporre la disponibilità da parte dei nostri prossimi discendenti di una macchina del tempo che rendesse attuabile un viaggio temporale. Tuttavia, al di là di questa evidente forzatura sulle reali capacità tecnologiche a nostra disposizione oggi e nel futuro, nello sviluppo dell'intreccio ho voluto rendere credibili le vicende raccontate anche nei piccoli particolari legati alla vita quotidiana e alla mentalità del tempo. Tutto ciò che contorna la trama è storicamente attendibile essendo in linea con le scoperte archeologiche e le fonti storiche. Spesso ho fatto riferimento a passi di opere di autori greci e latini per far rivivere il pensiero e il costume di quella civiltà classica con cui ho cercato di far familiarizzare il lettore. E naturalmente ho attribuito al personaggio di Aristotele il pensiero che gli è proprio.
Nell'elaborare le premesse del racconto circa lo sviluppo storico che attende l'umanità nei prossimi decenni, con una evidente licenza sulla ricostruzione degli eventi futuri, ho poi voluto dare per acquisito l'avveramento di millenarie profezie bibliche, offrendomi ciò la possibilità di dare una profonda impronta etica al racconto.
La prima parte degli avvenimenti presentati ai lettori ricalcano fedelmente i discorsi, le gesta, le battaglie, le imprese, le disavventure attribuite dagli storici ad Alessandro il Macedone, con la sovrapposizione però degli interventi operati in quel contesto dai due personaggi proiettati mirabilmente nel IV secolo a.C. Tuttavia Patrick e James, il medico e il marine inviati indietro nel tempo, ad un certo punto del racconto agiscono in maniera tale da cambiare indelebilmente il volto della storia da come senza il loro intervento si sarebbe sviluppato.
Per creare una trama che si sposasse con i propositi di intreccio che avevo in mente, ho dovuto stravolgere la figura storica del generale Parmenione, presentandolo sotto una luce che storicamente non gli era certo propria. Ma, a parte questa elaborazione arbitraria, i vari passaggi del racconto si presentano come verosimili e s'incastonano con le testimonianze storiche. Quando il re dei Macedoni scopre la reale identità dei prescelti si abbandona totalmente al vagheggiamento di una gloria terrena ancora più universale di quella che aveva fino ad allora assaporato…

Editore:
youcanprint

Genere: Narrativa di ambientazione storica

Estratto:
Proprio quando, dopo i ragguagli circa lo stato d'animo di Patrick, la discussione si stava orientando sull'altro coraggioso uomo designato per tentare di realizzare il primo viaggio temporale, risuonarono dei lievi colpetti sulla porta e, subito dopo, apparve nell'ufficio lo stesso James.
Dall'alto della sua imponente statura, tale quasi da rassicurare chiunque gli stesse vicino, egli si rivolse subito al compagno riferendogli concitatamente:
-È stata fissata per il fine settimana la sollecita partenza per raggiungere la sede presso cui è stato disposto il rivoluzionario dispositivo.-
-Ormai ci siamo...- cominciò a dire il dottore Atwood, mentre osservava i grandi occhi castani di James che lo fissavano fieramente. -Vi faccio i miei migliori auguri...-.
-Ne abbiamo estremo bisogno,- ribatté Patrick.
-Voi non dovete neppure per un istante dimenticare per quali straordinari fini state mettendo in serio pericolo la vostra stessa vita. Pensate alle immense possibilità di riscrivere la storia che consentirebbe il successo dell'esperimento. Sarebbe possibile evitare o arginare i più grandi disastri della storia. Considerate cosa potrebbe significare giustiziare Adolf Hitler prima che prenda il potere e conduca l'umanità intera ad una ecatombe. Oppure, riflettete sulle benefiche conseguenze, relativamente allo sviluppo storico più recente, che comporterebbe lo smascheramento al momento opportuno degli attentatori dell'11 settembre 2001. Inoltre sarebbe possibile limitare i danni provocati dalle grandi calamità naturali che spesso hanno flagellato la terra come i terremoti, i cicloni e gli tsunami, senza trascurare poi la strage provocata dall'eruzione del Vesuvio il 24 agosto del 79 d.C. che ha devastato completamente Pompei ed Ercolano. Potrebbero poi trovare una soluzione i grandi enigmi che hanno accompagnato lo sviluppo di tutte le civiltà. Pensate al bene che produrrebbe a vantaggio di miliardi di persone dei secoli passati la divulgazione di nozioni scientifiche la cui scoperta risale solo al XX secolo. Qualora si riuscisse poi a perfezionare la macchina temporale, consentendo ai protagonisti delle missioni di fare anche ritorno nell'epoca di appartenenza, possibilità che è a voi purtroppo preclusa, si presenterebbero strabilianti possibilità di esplorare quelle misteriose civiltà che prenderanno forma solo nelle più remote e affascinanti epoche della futura storia umana. Ci si potrebbe affacciare liberamente sull'ignoto, appropriandosi della tecnologia sviluppata dai nostri lontani discendenti per sanare le ferite ancora sanguinanti nel nostro tempo. Pensate alla prodigiosa possibilità di immortalare, per mezzo di semplici telecamere, gli ultimi passi che calcheranno gli uomini su questo pianeta, in coincidenza dell'Apocalisse. Senza dimenticare che si potrebbero anche documentare incontestabilmente i miracoli compiuti da Gesù Cristo e dai suoi discepoli più di duemila anni fa, a vantaggio dei pochi che ancora oggi si ostinano a metterne in discussione la credibilità. Sia ben chiaro: qualora l'imminente esperimento avesse successo, questa tecnologia dovrà rimanere segretissima. Infatti per l'umanità il rovescio della medaglia dei possibili benefici potrebbe essere veramente funesto, nel caso in cui essa cadesse nelle mani sbagliate. L'abbattimento dei muri che ostacolano il cammino di tutti noi verso la realizzazione dei grandi sogni di cui vi ho parlato dipende unicamente dal buon esito o meno dell'esperimento che vi vede coinvolti. Questo tentativo di viaggio nel tempo rappresenta una svolta epocale nella storia dell'uomo, e voi ne siete i protagonisti.-
-E noi siamo pronti anche ad offrire la nostra vita, pur di non veder estinguersi quella fiammella di speranza che il mirabile ingegno umano ha partorito e che promette di illuminare il cammino passato, presente e futuro dell'intera umanità,- disse deciso James.

I prescelti trascorsero gli ultimi giorni a disposizione prima dell'avvio della missione cercando di conservare intatta quella concentrazione e serenità che avrebbe consentito loro di operare più efficacemente al momento opportuno. Essi certamente sapevano che quelli che stavano vivendo sarebbero stati gli ultimi giorni in cui avrebbero goduto di tutto il conforto che la scienza e il livello di sviluppo garantivano, e inconsciamente covavano dentro di sé l'ansia di scoprire fino a che punto la vita in quella remota epoca sarebbe stata scomoda e dura.
Spesso capitava loro di sognare tutto ciò che immaginavano li attendesse a breve. Cosicché, puntualmente, quanto essi avevano ricostruito sia con accurati studi che col libero impulso della propria fantasia durante la notte si animava suscitando i più disparati sentimenti.
Non si era rivelato semplice per i prescelti accettare quanto era stato loro proposto, ma di certo niente ormai li avrebbe potuti distogliere dalla ponderata decisione che avevano preso di sondare l'inverosimile.

Acquisto:
Il romanzo è in vendita presso i bookstore online e gli ebook store online (negozi di libri online) sia come ebook che come cartaceo. E' anche ordinabile presso tutte le librerie fisiche d'Italia. Un link per l'acquisto online è:
http://www.lafeltrinelli.it/libri/fresi-davide/alessandro-magno-e-i-prescelti/9788891141415




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47598 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47770 KB
Better Tag Cloud