search
top

Armonia di Pietragrigia


Cosa c'è di meglio per una misantropa quattordicenne orfana di entrambi i genitori, fissata con i libri, il punk, i pirati e la magia, che vivere in un'oscura villa gotica con tanto d'insegna parlante, il cui scopo principale è allontanare possibili visitatori?
Nulla. Eccetto il fatto che Villavento, dove Armonia vive assieme al "vampiresco" maggiordomo Milo e all'iperattiva governante Stella, ha la sfortuna di trovarsi nella città più noiosa e meno magica del mondo: Prugnasecca.
Così, quando Armonia scopre di essere nata a Pietragrigia, capitale del Regno di Ghiaccione e di appartenere alla mitica terra di Flavoria, dov'è conosciuta col nome di Fanciulla-Guerriero, non può che essere al settimo cielo! Ma non ci sono solo cose belle a Flavoria: la spaventosa Zanna Avvelenata, una bestia demoniaca, è sulle sue tracce, ed è sulle sue tracce anche il Grigio, l'inquietante ammiraglio della flotta di Oturia, il regno che sorge al di là dei Confini del Mondo, dove un mago misterioso sta tramando per riportare in vita il sanguinario Imperatore-Fantasma. Tra navi pirata volanti, animali parlanti e nuovi e strambi amici, Armonia dovrà affrontare il nemico più grande: le oscure verità del suo passato.

Editore:
0111 Edizioni

Genere: Fantasy

Estratto:
Villa Vento non aveva nulla in comune con le altre case di Prugnasecca né con altre dimore nel raggio di chilometri: enorme e tetra, col suo intrico di guglie e statue mostruose, era la sede ideale per comitive di spettri e da qualche strano atteggiamento sembrava anche vantarsene. Un bel giorno, era comparsa dal nulla in un punto della città dove prima c'era un banale parcheggio e aveva cominciato a farsi notare, soprattutto grazie all'Insegna Parlante che insultava chiunque si avvicinasse.
Gli abitanti di Prugnasecca avevano provato a farsela amica, ma nessuno ne era uscito vittorioso, all'insegna andavano a genio pochissime persone e quelle poche non abitavano di certo nei dintorni: il direttore della banca era stato definito "barboso pipistrello", la vecchia zitella del numero 53 "brutta strega" e infine il sindaco in persona era stato invitato a chiudere il becco e a dimagrire il grosso posteriore.
La faccenda era stata, perciò, archiviata come un caso da manuale di "dimora infestata", anche se in effetti a Villa Vento non c'erano solo fantasmi, ma anche esseri umani, pur con abitudini alquanto bizzarre.




One Responseto “Armonia di Pietragrigia”

  1. Angelica says:

    Grazie infinite per la condivisione! :)

Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47547 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47688 KB
Better Tag Cloud