search
top

Buskers!


STORIA DI STRADA CON MUSICI E BARBONI, MALVAGI E SOGNATORI.
Roma, Campo de' Fiori. In una notte ai primi di novembre viene trovato morto ai piedi della statua di Giordano Bruno un barbone noto a tutta la piazza col nome di Tavernello. Apparentemente non risultano segni di violenza e si addebita il decesso a un infarto, anche se l'aver trovato le buste con i propri effetti squarciate potrebbe far pensare a un brutto episodio di intolleranza.Bip, un busker (un artista di strada, musicista), molto legato a Tavernello, lo commemora una settimana dopo nello stesso punto del suo ritrovamento parlando a una piccola folla fatta di senzatetto, artisti di strada e banchisti del mercato. E in quell'occasione conosce Nancy, giovane americana di Boston a Roma per motivi di studio, che rimane colpita dalle sue parole nei riguardi dell'amico scomparso e lo avvicina per comunicargli la propria partecipazione. Gli confida di aver conosciuto tempo prima Tavernello e di avergli dedicato alcuni scatti destinati al suo portfolio di ricordi su Roma. Una di quelle foto, che lo ritraeva sotto la statua di Giordano Bruno, gli era stata donata proprio qualche giorno prima della sua morte. Nasce un'istintiva amicizia e una reciproca considerazione che porterà Nancy a entrare nel mondo di Bip e del gruppo di amici con cui suona e divide la vita di strada: Babatunde, detto Nigeria, ingegnere minerario Nigeriano, giunto in Italia per specializzarsi e fare esperienza di lavoro ma con la ferma intenzione di tornare nel suo paese, Miriam, ex commessa, romana di Prati, compagna di Nigeria e in attesa di un figlio da lui, il Maiolica, nativo del posto, ex ladro ed ex tossicodipendente, ora garzone del fioraio della piazza e, fuori dal gruppo dei buskers, Sergio, coinquilino di Bip, problematico e depresso.E' un gruppo eterogeneo di amici, ognuno con la propria storia difficile alle spalle ma con uno spirito di solidarietà e di reciproco rispetto che fa superare loro i disagi di una società comunque discriminante. La loro musica, un trascinante mix acustico con influenze tribali e gitane, li unisce ben aldilà del sodalizio artistico ed economico. E Nancy, figlia privilegiata di famiglia benestante ma di indole semplice e curiosa della vita, ne rimane affascinata.Campo de' Fiori è il cuore pulsante attorno al quale ruotano tutti i personaggi e si sviluppano gli avvenimenti della storia. Una Campo de' Fiori fervida di gente e di fatti, che cambia pelle continuamente nell'arco della giornata e diventa palcoscenico ora del mercato, ora della moltitudine di notturni che gravita attorno ai locali della piazza, situazioni entrambe popolate da uno zoo umano ricco di risvolti caratteristici ma anche drammatici. E difatti, nella calca di una consueta serata in piazza, Nancy rimane colpita da un fatto che la inquieta e la fa riflettere: cosa è successo a Tavernello? Tra suggestione e sogni burrascosi, attraverso piccole ma durissime battaglie interiori e desiderio di leggerezza, da quella sera la sua vita avrà una svolta repentina. La curiosità e la necessità di assecondare un ideale senso di giustizia, la porteranno, assieme ai suoi nuovi amici, a combattere per non soccombere in una realtà cruda e inattesa come guerrieri urbani in una metafora, talvolta surreale, di un sofferto momento di crescita.L'atmosfera è sospesa, spesso incombente. Un cielo costantemente carico di nubi con improvvisi rovesci accompagna (e talvolta si confonde con) lo stato d'animo dei protagonisti, in un'indagine che a poco a poco li condurrà prima alla scoperta delle circostanze che costrinsero Tavernello alla strada e poi ad una verità difficile sulla sua morte. Ma è anche una Campo de' Fiori solare, ultima frontiera di popolo, dove i piccoli fatti della gente del posto acquistano il sapore delle cose perdute, con ritmi che consentono ancora di osservare ed emozionare. Mentre la città sembra così lontana.Raccontata giorno per giorno con uno stile che vuole essere al servizio degli accadimenti in un costante, tenue equilibrio tra colore e amarezza, tra dramma e ironia e in un crescendo pieno di tensione e di colpi di scena, la tragicomica indagine dei buskers vuol essere fotografia fedele di un'emarginazione misconosciuta e crudele, ma anche, e soprattutto, un viaggio a ritroso alla ricerca della propria identità, trasfigurata dal tempo per qualcuno e vilipesa da una realtà ostile per qualcun altro. Ma che rimane per tutti fondamento e testimonianza necessaria per affrontare con dignità e coraggio la paura di non esistere.E così, pur con qualche dolore, anche la morte diventa vita. Nella memoria.

Editore:
Edizione indipendente

Genere: Narrativa

Estratto:
http://reader.ilmiolibro.kataweb.it/v/792875/BUSKERS!#!

Acquisto:
http://ilmiolibro.kataweb.it/schedalibro.asp?id=792875




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47616 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47789 KB
Better Tag Cloud