search
top
Currently Browsing: Poesie e pensieri

ANGELI PECCAMINOSI

(La seguente storia non è recente, l'ho ricordata e rivissuta al presente)Sono le 20,30 e, come ogni sera, mi trovo seduto a tavola con i miei genitori per la cena... Quest'oggi sono giù di corda ...Faccio fatica ad ingoiare le uova a tegamino che ho davanti, non amo questa pietanza e poi non ho fame ... Devo mangiarle comunque, altrimenti sarò costretto a subire le insistenze di mia madre, la sua... read more

il fiore sulla roccia

Di tutte le grandi parole e le infinite promesse;Di tutto il pianto ed i morsi nella tua tenera carne;Di tutte le vittorie deluse e le sconfitte trionfanti;Di tutte le grida di rabbia nel deserto della tua anima,Sentirai un giorno una flebile voce alle tue spalleE voltandoti, stupita, sentirai un lieve mormorio, Come un lamento impercettibile e capirai solo alloraChe il tutto deve ancora compiersi.Di ogni... read more

Solitudine

SolitudineMi divora la solitudine,come animale affamatodavanti alla preda.Silenzio, vuoto,compagni impietosidi giorni perduti,abbagliati dal sole,schizzati di pioggia. Brulica la città intorno,non si ferma al cuoreil palpito vitaleche giunge dalle vie...e si fa sorriso,energia,gioia.Mi arrivano ovattati i suonie amplificano l'urlo sgraziato,mostro informeche rotola nel fango del non senso,se ce n'è mai... read more

Fragile domani

Fiorin fiorello, cantava Mario mentre saliva le scale con il pane sotto il braccio.Era una vecchia abitudine quella, rubata a Parigi, durante quell'indimenticabile, unico viaggio che, da troppo tempo ormai, avevano fatto.Lucia lavorava in una lavanderia ma da qualche mese era a casa. Ora purtroppo i cinesi fornivano gli stessi servizi a prezzi stracciati e di lì a qualche giorno la saracinesca del negozio... read more

Polvere di rimpianti

" Fatti da parte quando arriva la polvere. Solita a nascondersi dietro false spoglie. Confusa e indifferente ti copre il volto e la coscienza. Fatti da parte quando arriva la polvere. Poichè senza fiato in corpo non riuscirai a cacciarla via. Che come un mostro nascosto divora da dentro ogni tua buona certezza. Fatti da parte quando arriva la polvere, perchè rimpianto non vince la certezza. Fatti da... read more

Onora la madre

ONORA LA MADREE' notte. Mentre attraversano la pineta Giovanni assapora il profumo acre della resina, lo sente solo lì e solo a quelle ore è così forte. Ci viene anche di giorno nella pineta quando vuole stare solo e si arrampica sempre sulla stessa quercia. Un grosso ramo è a un metro da terra, con un salto gli è sopra. Sale con agilità, va più in alto che può, spostando fronde che in inverno si... read more

il diario allegro di Leopoldo Klein

Premio Alfredo Rampi 2015, prefazione di Walter Veltroni. Giulio Perrone Editore.stralci tratti dal romanzo. 12 gennaio Caro diario, oggi fuori fa un grande freddo, nevica. I fiocchi stanno cadendo da giorni. Ho deciso di scrivere questo diario perché mi sento solo. Quando lo consegnerò alle stampe di tutto il mondo sarà migliore, ampiamente corretto, non sono molto bravo a scrivere, sbaglio i... read more

Primavera delle donne

Questa poesia non ha né rime né metro.Questa poesia è il canto delle donne che fino ad ora hanno danzato in punta di piedi sul loro cuore e, trasformate in sirene, sono riemerse dalle acque dopo secoli di storia.Tentatrice, seduttrice, arpiastrega, meretrice, ribelledi tanto in tanto la donna si trasforma.Ai piedi del Crocifissoo circondata da rovi in fiammeai confini di ogni piramide sociale o relegata... read more

Orlando muore [cap. 2]

UN BAGNO NEL TAGOl'accese sì, ch'in lui non restò drammache non fosse odio, rabbia, ira e furore(L. Ariosto, Orlando Furioso, canto ventitreesimo)Bairro Alto è affollatissimo. In lungo e in largo è un labirinto di vicoli e viuzze, strette, irte o scoscese, che conducono ad un incrocio che par nuovo, ma che è stato ripetuto almeno altre dieci volte. Il quartiere è brulicante di nottambuli; eleganti... read more

I bisogni primari

Nonostante tutti i suoi difetti era un brav'uomo. Nessuno se lo sarebbe mai aspettato. Il dottor Luca non cercava un pretesto migliore per liberarsi di uno di loro. La crisi aveva colpito anche la sua azienda e da un paio di mesi gli operai lavoravano sottopressione. Ore su ore, ritmi incessanti e continui battibecchi. Era diventato impossibile.Riccardo Carta era uno come tanti, con la sua vita fatta di... read more

« Previous Entries

top
Diag| Memory: Current usage: 47912 KB
Diag| Memory: Peak usage: 48095 KB
Better Tag Cloud