search
top

Diana, non ti lascerò morire


una bambina di 8 anni, Diana, vive una condizione di solitudine estrema. Ignorata dai genitori e senza alcuna amicizia, la piccola entra in un pericoloso tunnel: l'autolesionismo. Unica amica di Diana è sua nonna, Adelina, che ha con sua nipote un esclusivo rapporto d'amore. Nonna Adelina muore, però, e Diana diventa più sola di prima. Ma, ereditata la casa di sua nonna e tutti i suoi animali, può godere di quel posto felice pieno di ricordi dolci. A rompere questo equilibrio sarà Filippo, violentando la piccola ben due volte. Intanto, Rosalinda riesce ad adottare la bambina e le donerà l'affetto che non ha mai conosciuto, pagando una cifra altissima alla madre di Diana che, di fatto, vende sua figlia. Quest'ultimo gesto turba ancora di più la protagonista, che si avvia piano verso un'altra drammatica strada: l'anoressia. In una clinica, uno psicologo aiuterà la bambina ad uscirne viva presentandole due casi disperati di malattia, mentre ripete più di una volta "io non ti lascerò morire".

Editore:
lulu.com

Genere: vita vera

Estratto:
Quanti tagli sulle braccia di Diana! Quante lacrime versate nella sua breve vita! Quante richieste d'aiuto senza parole! Diana non è mai stata capita.
Lo si afferra con uno sguardo su quelle braccia dai tanti, troppi tagli, da quelle bruciature non casuali, ma create con la convinzione che, solo così, il dolore dentro di lei si attenuerà.
Tutta quella rabbia che Diana ha in corpo fa paura a chiunque, ma a lei no, ci convive sin da piccola, da quando ha capito d'essere sola contro tutti, contro se stessa e contro il mondo.
È impossibile non ascoltare le sue mille richieste d'aiuto, lo urlano i suoi occhi e le sue labbra tremanti, il suo esile corpo. Urla silenziose, ma che riuscirebbero a straziare l'anima di chi si fermasse ad ascoltare.
Non è possibile passare oltre, non si può, non si deve!
Ha otto anni quando si taglia per la prima volta, quasi per gioco, con le sue amiche. Una scommessa al limite dell'impossibile. Diana proverà subito piacere, un senso di sollievo nel vedere il sangue scivolare sul suo corpo; le sue amiche, no. In quel momento, durante la ricreazione di un caldo mese di marzo, per Diana inizia l'interminabile amicizia con ogni lametta, coltello od oggetto che le possa causare un dolore visibile e non.
Le servirebbe un aiuto, una mano, per risalire dal buco nero in cui si trova, ma questa ragazza, giorno dopo giorno, si è ritrovata da sola, contro tutti, contro se stessa e contro una difficoltà più grande di lei, il Mostro, come proprio Diana lo ha battezzato: l'autolesionismo.
Non solo. L'autolesionismo, con il passare del tempo, s'impossesserà delle mille fragilità di Diana portandola nell'incubo chiamato anoressia.

Acquisto:
si può trovare a questo link: http://www.lulu.com/shop/search.ep?type=ekeyWords=Diana,+non+ti+lascerò+morireesitesearch=lulu.comeq=ex=6ey=7




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47603 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47774 KB
Better Tag Cloud