search
top

E così nacque l’Uomo (Daniel Milardi)


Questo libro tratta tematiche molto profonde e serie (la vita, la morte, la religione, la creazione, l'uomo, la morale e, non ultimo, il senso della vita), ma con uno stile davvero originale, ricco di umorismo, ironia e un pizzico di pacata provocazione. Scritto con garbo e logica: l'autore argomenta in modo chiaro e molto comprensibile le sue tesi, con esempi chiari e teorie ampiamente dimostrate, pur rimanendo tuttavia molto aperto al confronto con gli altri, al dialogo e a possibili alternative rispetto al suo pensiero. Dalla lettura dei vari capitoli emerge un grande rispetto nei confronti di tutti i popoli, tutte le culture, tutti gli esseri viventi. Un testo che è un connubio di scienza, religione, morale e logica, il cui fulcro è l'Uomo. Il tutto magistralmente amalgamato dalla giusta dose di ironia, con un'ottica diversa da quella comunemente imposta (o accettata). Le battute umoristiche (alcune decisamente esilaranti), infine, rendono questo libro davvero singolare, piacevole e anche un pochino stravagante! Vale davvero la pena di leggere questo splendido testo per capire quanto bello ed importante possa essere l'Uomo e quanto la natura umana debba essere amata. E il finale...Beh, davvero a sorpresa! Un libro che merita veramente di essere letto ed anche di essere tenuto in bella vista sulla propria libreria di casa! Complimenti all'autore!

Recensito da Ely

Autore: Daniel Milardi

Genere: antropologia

Perchè leggerlo?
Perché apre a profonde riflessioni non solo sui temi esistenziali (vita, morte, senso della vita) ma anche su aspetti del quotidiano e su comportamenti abituali spesso dati per assodati e reputati "giusti" e incontrovertibili.

Perchè non leggero?
Da non leggere se si crede che tutto è necessariamente com'è (o forse anche questo potrebbe essere unmotivo per leggerlo, così da sperare in una lieve apertura mentale?!?)

Ti piace se...
sei una persona che non dà per scontato nulla, che vuole indagare, capire, conoscere, confrontarsi con gli altri

Il pregio principale
Il non voler ad ogni costo fornire una verità assoluta. Il rispetto per tutto e per tutti e la volontà di dialogare e confrontarsi su tematiche così importanti, il tutto con la giusta dose di umorismo!

Il difetto principale
Non essere stato scritto prima!

Una frase significativa
Dal testo: "... vivetela un po' come un'occasione: se il libro sarà di vostro gradimento allora finalmente finirà l'era degli scrittori solitari, dannati ed affetti da cirrosi e si apriranno le porte per una nuova epoca. Questo libro diverrà il prodromo di questa rinnovata era ed io avrò dato a voi la possibilità di scegliere un diverso punto di vista quando guarderete il Mondo. Se così non fosse, il libro resterà comunque una base importante e fondamentale, sì, ma del vostro tavolo con la gamba più corta delle altre!"




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47664 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47829 KB
Better Tag Cloud