search
top

Epistolario (Giorgio Bolla)


A chi sono destinate queste epistole? Hanno bisogno di un destinatario conosciuto? La poesia si accompagna alla meditazione in prosa, a volte quasi una parafrasi, altre volte un racconto slegato dai versi che lo precedono. Poesia e prosa sono dedicate a qualcuno pronto ad accoglierle. Nell'incertezza della destinazione delle epistole, il poeta gioca liberamente con le parole. Solitudine, spazio aperto, cammino. Il paesaggio accoglie le meditazioni del poeta. La traduzione dei testi suggerisce che il destinatario delle epistole comprenda l'italiano e lo spagnolo. Ma non ha molta importanza stabilire di chi si tratti. Anche se l'evocazione di un destinatario è insistita ad ogni parola. Spiega l'Autore: "Ai versi di Giorgio Bolla risponde Riccardo Landi (ovviamente pseudonimo e alter ego dell'Autore): egli cerca il filo delle cose attraverso di essi." Nel dialogo il poeta e lo scrittore si confrontano, si perdono e si trovano sulle stesse posizioni senza passare per le stesse strade. La poesia esige una risposta e la presenza di un lettore, forse l'autentico destinatario di queste scritture. Guarda il trailer: http://goo.gl/k36u5Q.

Recensito da gisalvi

Autore: Giorgio Bolla

Genere: Poesia

Perchè leggerlo?
Bolla è poeta riconosciuto in occasione di numerosi concorsi ai quali ha partecipato, vincendo o essendo nominato comunque tra i primi

Ti piace se...
Il testo ha una particolarità: ha a fronte la traduzione in spagnolo, con nuova muProfondosicalità.

Il pregio principale
C'è anche il video-trailer da vedere, con il poeta che recita alcune sue poesie.

Una frase significativa
E' un parlarsi davanti allo specchio, un affiorare di intimi desideri e strane ricerche per un uomo giunto ormai alla maturita' - fra certezze e disillusioni.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47669 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47833 KB
Better Tag Cloud