search
top

gli occhi magri (walter sabbatini )


«Le domande che non rispondono già a se stesse nel nascere, non trovano mai risposta» (Kafka) %u2028«Immagino la mia anima come una pertica inutile, incrostata di brina e neve, infilata obliquamente nel terreno, in un campo profondamente sconvolto, al margine d'una grande pianura, in una buia notte invernale...» (ancora K.) %u2028Un "cuore in inverno", un uomo della "tana" è Bart, dallo sguardo spento e senza vita, chiuso nell'ostinata autodifesa fatta di silenzio e d'assenza di pretese, somigliando, in questo, allo scrivano di Melville. Bart giunge un giorno all'osteria della Serpa, gestita dalla giovane, piacente Amalia e dal fratellastro Eugenio. La locanda era un tempo il regno del padre Fervido, cuoco raffinato e amante di libri e storie, in fuga, poi, dalla schiavitù che la passione genera. %u2028Insofferente e in fuga è anche la figlia, attorniata da "calabroni" troppo prevedibili che lei sa come trasformare in belanti agnellini. Amalia ricorda la corteccia raffigurata in copertina: le zone luminose sono in realtà tessiture di licheni che nascondono lo scuro di un'anima frammentata. Le sue frasi ironiche e i suoi movimenti sensuali sono accompagnati dal profumo della buona cucina, dai sapori dei piatti pantagruelici (per davvero) offerti ai fedeli commensali. Tra questi spiccano i componenti di Giustizia Nuova, compagnia di buongustai fondata sull'uguaglianza in nome dello slow-food. %u2028Cliente abituale è anche Paolo Vantapane, lo spasimante di lunga data, il selezionatore di personale incapace di selezionare i pensieri martellanti che la memoria porta a galla. Altro personaggio in fuga, Paolo vorrebbe comprendere con la mente non sapendo usare il corpo come strumento, si ritrae dal mondo senza arrivare a immergersi in esso. Eppure è reale la sua certezza di volere una vita con Amalia. %u2028Le contraddizioni del desiderio si manifestano così nel triangolo di attrazioni e respingimenti che viene a crearsi. S'infiamma, Amalia, per l'enigmatico sconosciuto. Prima malata d'indifferenza ora accesa da un tipico fervore femminile, quello di voler curare, nutrire, redimere, sbaragliare le difese, scoprire la chiave d'accesso al cuore di un uomo che si sottrae. Ma nulla è scontato, non è affatto la vittoria dell'assenza che si celebra in queste pagine, se per caso ve lo stavate chiedendo. Non è, per quanto mi riguarda, il senso di una storia che si appoggia su una scrittura fluida e in continua espansione. Nel dare voce ai pensieri dei vari personaggi, l'autore sa scendere in fini dettagli psicologici, sa esplorare anche pieghe inaspettate dell'animo femminile. %u2028L'assenza di Bart è forse fuorviante. Il suo arrivo alla locanda somiglia un po' a quello dell'ospite in un film di Pasolini, Teorema. Lascia presagire che "niente sarà come prima". Là era la sensualità a scardinare l'ordine borghese, qui è la sua sola, muta presenza a portare alla luce i bisogni più profondi di ognuno - ridestando perfino dalla sua abulia la madre di Eugenio, Cecilia - a indurre un cambiamento pur senza voler avere né voler dare. %u2028Mette in moto molti pensieri la lettura di questo libro. Fa pensare alla mancata sincronia dell'aprirsi, al senso di appartenenza, all'ascolto, all'imprevedibilità del desiderio. In fondo la vita è credersi in un certo modo, attribuire significato a un sogno, un ideale, una persona per mesi, anni, investendovi energie e aspettative. Poi basta un niente e può accadere che tutto questo ci abbandoni, dileguandosi. %u2028

Recensito da bart leby

Autore: walter sabbatini

Genere: narrativa italiana

Perchè leggerlo?
perchè è una scrittura che difficilmente s'incontra nella letteratura odierna

Ti piace se...
se ti piace la letteratura "non di genere". (non è un giallo, non è un thriller, non è un romanzo sentimentale...)

Il pregio principale
scavo psicologico




2 Responsesto “gli occhi magri (walter sabbatini )”

  1. Alessandra says:

    Gentile Redattore,
    sono previste presentazioni del libro a Bergamo o nelle vicinanze?

  2. Redazione says:

    Purtroppo non ne siamo a conoscenza, provvedo ad informarmi

Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47672 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47843 KB
Better Tag Cloud