search
top

IL CAVALIERE D’AFRICA


IL CAVALIERE D'AFRICA
Ilaria Goffredo
0111edizioni
2012

TRAMA
Selene è una ragazza italiana come tante. Un giorno parte per il Kenya, destinazione Malindi, per lavorare come volontaria in una scuola professionale. Si innamora dell'Africa e di Edward, un giovane insegnante kenyota bellissimo, passionale e istintivo. Tra loro esplode un amore travolgente, viscerale, ma anche difficile a causa delle grandi differenze culturali. Insieme affronteranno l'Africa travagliata e magica, con i suoi colori e i suoi profumi, alternando la povertà e la morte a momenti di passione impetuosa e a volte quasi violenta che li unirà in un'anima sola. Il diario di un viaggio nel cuore dell'Africa, il diario di un viaggio in fondo al cuore, che continuerà con la promessa di un anello dalla pietra blu.

CONSIDERAZIONI DELL'AUTRICE
Questo romanzo nasce come un'idea al ritorno della mia esperienza di volontariato in Kenya nel 2005, ma inizia a tramutarsi in parole su carta nell'estate del 2010. Ho impiegato un anno per scriverlo e non al computer, ma direttamente a mano, riempiendo ben dodici quadernoni, scrivendo fino a tarda notte con foga, annotando ogni minimo particolare del mio viaggio in Kenya; ricordando i colori, i profumi, le sensazioni e le emozioni profonde di un'esperienza vera e profonda che ha cambiato la mia vita. È stato un viaggio dall'altra parte del mondo, un viaggio tra gli ultimi della Terra, un viaggio nella natura selvaggia e incontaminata come non l'avevo mai vista, un viaggio alla scoperta della miseria e delle responsabilità della povertà che affligge il sud del mondo. Nel romanzo non mancano termini in inglese, la lingua più usata in Kenya, e ovviamente intere frasi in swahili (sempre ben inserite e tradotte dagli stessi personaggi). Ho voluto arricchire il mio romanzo con una storia d'amore tra una ragazza italiana come tante altre, che si sconvolge davanti alla realtà crudele dell'Africa (esattamente come è capitato a me), e un giovane kenyota con una difficile storia alle spalle ma che vuole riscattarsi e rendere in qualche modo migliore la vita di altri ragazzi kenyoti. Tra Selene e Edward, questi i nomi dei protagonisti, nascerà un amore inaspettato e travolgente, una passione impetuosa e a volte quasi violenta che li unirà in un'anima sola. Nella loro storia però sono evidenti le grandi differenze culturali, i diversi modi di pensare e di vivere, e ognuno diventerà una guida del proprio mondo per farlo comprendere e scoprire all'altro.
Con questo romanzo ho voluto dare al lettore uno spaccato della vita e dei pensieri di un'adolescente italiana di oggi, ma anche e soprattutto far conoscere un mondo lontano dal nostro e quasi inconcepibile per noi europei, ingiusto anche; infine lancio un messaggio di solidarietà: possiamo davvero avvicinarci ad altri popoli e comprenderne la natura, amarli come fratelli.

Editore:
0111edizioni

Genere: Romance

Estratto:
«Ti piace qui?» mi chiese alle mie spalle. Appoggiò entrambe le mani sulla ringhiera di legno liscia e mi ritrovai completamente avvolta dalle sue braccia.
«È tutto bellissimo, mi sembra un sogno» risposi guardando il firmamento.
«È la realtà» disse baciandomi l'orecchio destro. Mi sentivo avvampare… le sue labbra erano così morbide e calde…
«Nabu, io…» cercai di dire.
«Se mi chiami così sai che impazzisco» mi interruppe baciandomi il collo. Mi sospinse delicatamente contro il legno del parapetto e con una mano mi cinse la vita. La sua mano era grande e mi copriva quasi tutto il ventre.
«Aspetta, devo parlarti» cercai di resistergli.
«Sbrigati» ordinò tra un bacio e l'altro.
Mi voltai per guardarlo negli occhi. Sotto quel cielo stupendo e al cospetto di quella natura selvaggia decisi di dichiarargli il mio amore.
«Nabu, ti amo» dissi dolcemente. Ecco, finalmente l'avevo detto. Non sapevo dove avessi trovato la forza di essere così diretta. Vidi lui trattenere il fiato per un attimo, poi i suoi grandi occhi scuri brillarono della luce di tutte le stelle che ci circondavano. Aveva un'espressione tra il sorpreso e il felice. «Ti amo, Nabu» ripetei. «Ti amo come non ho mai amato nessuno in tutta la mia vita.»
Sorrise teneramente. «Ti amo, Selene» mi disse mentre mi guardava negli occhi.
Il cuore mi batteva all'impazzata. Si chinò lentamente senza mai staccare i suoi occhi dai miei, eravamo due calamite. Mi sfiorò il naso con il suo e mi baciò dolcemente, lentamente. Assaporai tutto di quel bacio: non solo le nostre labbra si stavano incontrando ma anche i nostri cuori che scoprivano di battere l'uno per l'altro e le nostre anime che finalmente trovavano la metà cercata per tutta la vita. Lo strinsi a me e i baci divennero sempre più desiderati, intensi, appassionati. Mi abbracciò: le sue mani sulle mie spalle nude, sulla schiena… rabbrividii nel calore di quella notte magica. Lo spinsi piano verso l'interno della stanza e in un attimo mi prese in braccio; strinsi le gambe intorno alla sua vita. Ero una piuma per lui. Sentivo le sue labbra sul viso, sul collo, scendere sul petto… le sentivo cercarmi, mordermi. Mi adagiò sul letto rimanendo sopra di me. Percepivo il suo respiro affannoso intrecciarsi al mio. Con le mani percorse tutto il mio corpo e io feci lo stesso. Continuando a baciarlo gli sfilai la maglietta aderente e rimasi senza fiato davanti a quel torace scolpito nell'ebano. Mi sfilò il vestito di lino e per un attimo rimase a guardarmi.

Acquisto:
http://79.170.44.75/labandadelbook.it/shop/product.php?id_product=396




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47603 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47775 KB
Better Tag Cloud