search
top

IL CONFINE


In un villaggio in prossimità delle alte montagne, Lena Dagorai e Rey Lock si incontrano per la prima volta senza che il destino abbia spiegato loro il motivo. Qualcosa dentro Lock, un forestiero che nasconde un passato angoscioso, lo guida verso il regno chiamato "Il Confine", un luogo avvolto dal mistero e dall'ignoranza, che cela a sua volta un segreto recondito, più oscuro della notte, più profondo degli abissi. Dopo attimi di titubanza sulla scelta da compiere, Lena e Rey sono pronti per scoprire coi propri occhi la veridicità di quel luogo arcano, ma niente è come sembra e dal nulla, senza alcun preavviso, compare Galrai, un uomo di novant'anni che porta sulle proprie spalle un passato pesante quanto un macigno e che è ora di poggiare a terra. Legato a Lock da qualcosa che solo entrambi conoscono, comprende che l'unico modo per salvare se stesso e gli altri è di unirsi al viaggio e di mettere a repentaglio la propria incolumità.
Ma durante il cammino troveranno mille ostacoli ad attenderli, a partire da Railer e il suo gruppo di uomini, pronti a seguire una missione che li guida verso la speranza di ritrovare la libertà perduta per sempre. Dopo innumerevoli ostacoli che sembrano insormontabili, tutti si ritroveranno legati da un unico fato, da una medesima sorte.
Il Confine è un libro di genere fantasy ma racchiude dentro di sé molta della realtà che ci circonda. Il senso del dovere e del rimorso fungono da protagonisti e i personaggi sono combattuti sino alla fine da un'alternanza di emozioni difficili da tollerare.
Adatto a un pubblico amante dell'avventura, con una mente "fantasticante" ma vogliosa di cercare emozioni talvolta forti, e di trovare forse alcune risposte alle molteplici domande che ogni giorno ci poniamo. Fantasia e realtà sono separate da una linea effimera. Spetta al lettore riuscire a spezzarla.

Editore:
Bibliotheka edizioni

Genere: Fantasy

Estratto:
I membri della setta si guardarono bene attorno: la stanza aveva pareti larghe e basse, con soffitti e tramezzi in legno tappezzati da ragnatele, erbe appassite appese alle travi, vasi colmi d'acqua contenenti radici e piante ignote.
Sui davanzali di due piccole finestre dai vetri opachi, erano poste grosse zucche arancioni, e accanto, appesi alle tende scolorite, corone di peperoncini rosso sangue rendevano bizzarra l'atmosfera regnante.
Il lume al centro della sala portava appeso un grosso vaso con pianta epifita e, in fondo alla stanza, accanto a un camino nero per la fuliggine, numerose altre piante secche pendevano da tutti i lati.
Sembrava di stare dentro a una giungla trasandata!
I cinque uomini continuarono a lanciare occhiate inquiete l'uno all'altro e ai vari oggetti di quella casa, mentre Merope lavorava con le erbe sul fuoco, creando una sorta di brodaglia fumante.
«Ci dovete parlare, Merope?», chiese d'un tratto Railer, rompendo quel silenzio che pareva pesare troppo.
La vecchia si voltò verso di lui, mostrando un sorriso a dir poco soffocante:
«Oh, certo! Che maleducata che sono. Sapete, è da molto tempo che non ho ospiti, e forse ho dimenticato come ci si deve comportare!»
Tutti si guardarono, pensando che la cosa non li stupisse più di tanto.
«Sedetevi, c'è posto per ognuno di voi.»
Nessuno parve ubbidire, nessuno si mosse.
«Avete ricevuto la mia chiamata. Mi fa molto piacere che vi siate presentati senza obiezioni e soprattutto che abbiate dato retta al vostro capo. Sei tu, Railer?», chiese, osservando gli occhi neri dell'uomo.
Costui annuì: «Come avete fatto?»
La donna non rispose subito, si avvicinò alla pentola posta sul fuoco e mescolò il contenuto con un grosso cucchiaio di legno; poi si voltò nuovamente verso gli ospiti e si sedette sulla sua sedia cigolante.
«E tu come hai fatto a ricevere la mia chiamata e a sapere che non si trattava di un semplice sogno?»

Acquisto:
Acquistabile direttamente dalla casa editrice "Biblotheka edizioni" o dalle librerie online e i diversi motori di ricerca (amazon, ibs, libreria universitaria) al prezzo di:
11,99 : libro
3,99 ebook




4 Responsesto “IL CONFINE”

  1. Daenerys says:

    Libro assolutamente da consigliare e da leggere, avvincente, emozionante, coinvolgente.
    La scrittura è semplice e scorrevole, ma mai banale o elementare, la vicenda cattura il lettore, che fino all’ultimo non può fare a meno di chiedersi “e adesso come va a finire??”. Tra le righe del Confine il lettore scopre il “suo” confine, ovvero i sogni, le speranze, ma anche la angosce e le paure e soprattutto le domande che ognuno di noi si pone di fronte alle difficoltà ma anche alle gioie che la nostra esistenza ogni giorno di offre.

  2. Mirjam Zsambeky says:

    Fra i tanti titoli di fantasy d’oggigiorno
    -finalmente un libro pulito eppure affascinante /anche per quello/ sognante ma vibrante di vita; con scittura facile ma non per quello meno interessante. Si puo essere gentile con piena di speranze,bontá e desiderio di veritá -anche in questo mondo sporco che ci circonda.
    Brava Margherita Acs. Nome che si ricorderemo.

  3. Bill says:

    Davvero una lettura piacevole ed affascinante.

    Ho comprato il libro su un famoso sito online, incuriosito dal nome e dalla breve presentazione a suo corredo, e devo ammettere di aver trovato una storia profonda ed ispirata come ci si aspetterebbe da autori più blasonati e famosi.

    Ulteriore dimostrazione di come sarebbe ora che si lasciasse più spazio ad emergenti, nel campo della letteratura come per il resto.

    Altamente consigliato

  4. Maja says:

    Questo libro ha vinto il Premio Speciale della Giuria come Miglior Romanzo Fantasy Edito alla quinta edizione del “Premio Letterario Nazionale Scriviamo Insieme”.

Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47605 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47780 KB
Better Tag Cloud