search
top

Il mare d’inverno (Salvatore Carvelli)


LA STORIA %u2605%u2605%u2605%u2605%u2605Un libro drammatico, intenso, che propone innumerevoli riflessioni su un tema molto importante; la famiglia. La storia prende vita da Paolo, un bambino malato sin dalla nascita. Paolo trascorre abitualmente le sue giornate insieme al fratello Simone, un ragazzino quindicenne costretto a crescere troppo presto, per vivere in una situazione familiare di estrema difficoltà. I genitori Giorgio e Valentina sono due personaggi agli antipodi. Il primo rappresenta un uomo che ha perso il senso del dovere, che attribuisce la sua disoccupazione alla crisi, quando più volte appare chiaro che la colpa è in gran parte anche sua. Giorgio vive dunque in un continuo stato di frustrazione. A volte la sfoga su Simone, che al contrario vorrebbe solo ricevere le stesse attenzioni di Paolo, da sempre trattato "con i guanti" a causa della sua malattia. La madre Valentina, diversamente dal marito, è una donna incredibile. La sua grandissima forza le permette di coprire le mancanze del marito: non solo lavora, ma si preoccupa costantemente del figlio Simone, che a causa del padre si sente sempre più abbandonato e poco importante.La situazione appare tragica, e sembra che peggio di così non possa proprio andare. La principale caratteristica della vita però è la sua imprevedibilità: non si sa mai quello che può succedere, finché non accade. Le circostanze del futuro porteranno i protagonisti a guardare dentro se stessi, offrendo loro l'opportunità di rimediare agli sbagli fatti, prima che il tempo non lo possa più permettere.Un libro che fa riflettere, che insegna tanto, che mi ha catturato sin dalle prime righe e che ho letto tutto d'un fiato!LO STILE %u2605%u2605%u2605Parliamo ora dello stile, dove ho trovato degli aspetti positivi e degli aspetti negativi. O meglio: cose che mi sono piaciute di più e cose che ho apprezzato meno, dato che si tratta sempre di un opinione personale e opinabile!Ritengo che l'autore avrebbe forse potuto compiere uno sforzo maggiore nella ricerca di sinonimi, per evitare espressioni troppo ricorrenti come come "sgranò gli occhi". Sono immagini molto forti che, se usate troppo, rischiano di perdere la loro potenza lungo tutto il racconto.Di estremamente positivo riconosco all'autore una grande capacità nell'esaltare il momento drammatico, descrivendo con estrema precisione i sentimenti dei protagonisti lungo tutto il libro.VOTO FINALE (4/5)Una storia intensa, piena di spunti interessanti che fanno riflettere, che commuovono, che stupiscono. Una trama poco scontata, al di la delle apparenze, fa da cornice ad una storia tutta da vivere. Un libro assolutamente consigliato! I miei personalissimi complimenti all'autore Salvatore Carvelli.Recensione di Sergio De Tomihttp://sergiodetomi.blogspot.it/2015/10/salvatore-carvelli-il-mare-dinverno.html?showComment=1443954895043#c7553591897780933049

Recensito da salvocarvelli

Autore: Salvatore Carvelli

Genere: Drammatico

Perchè leggerlo?
Perché è una una storia intensa, piena di spunti interessanti che fanno riflettere, che commuovono, che stupiscono. Una trama poco scontata, al di la delle apparenze, fa da cornice ad una storia tutta da vivere.

Ti piace se...
Lo leggi

Il pregio principale
Di estremamente positivo riconosco all'autore una grande capacità nell'esaltare il momento drammatico, descrivendo con estrema precisione i sentimenti dei protagonisti lungo tutto il libro.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47631 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47802 KB
Better Tag Cloud