search
top

“IL RE” di Kader Abdolah

Kader Abdolah

IL RE

Trad. dal nederlandese e postf. di Elisabetta Svaluto Moreolo

Titolo originale: De koning (2011)

“Kader Abdolah è bravissimo a tenere le fila di due civiltà e di due mondi, l’uno

che gli sta nel sangue e ha la voce della sua infanzia e giovinezza, l’altro che lo

proietta in un futuro dapprima estraneo e poi sempre più comprensibile. -“

MARTA MORAZZONI, TTL

 

Fedele alla tradizione letteraria persiana che prescrive di “istruire divertendo”, dopo Scrittura cuneiforme e La casa della moschea Kader Abdolah prosegue nel percorso a ritroso direstituzione delle vicende patrie, tessendo un ambizioso e imponente romanzo attorno ainumerosi, capitali eventi che caratterizzarono la storia dell’Iran nella seconda metàdell’Ottocento, culminati nei moti costituzionali dei primi anni del nuovo secolo.

 

Il libro – “Ho lasciato morti dietro di me, i miei compagni di lotta sono in carcere o sepolti in qualchecimitero, mentre io vengo ricevuto ovunque come un re”. Come i precedenti romanzi di Kader Abdolah, anche Il re è frutto di una febbrile urgenza di scrivere, di un dovere etico della memoria.

Siamo nella Persia a cavallo tra Otto e Novecento, al centro del Grande Gioco tra Russia, Francia eInghilterra per il dominio asiatico. Ma è anche l’alba della globalizzazione, una brezza incessante spazzavia tradizioni millenarie per portare modernità e profondi cambiamenti. Debole, ostinato, vendicativo, più interessato alle duecentotrenta donne del suo harem e alla gatta Sharmin che ai problemi dell’Iran,lo scià Naser non sa intercettare gli snodi cruciali della Storia, ma proprio per questo mantiene il fascinoumano del perdente legato a un mondo che scompare. A lui si contrappone il visir Mirza Kabir –

trisavolo dell’autore – che lotta invece per un futuro di progresso, sognando la costruzione di scuole,fabbriche, ferrovie, ospedali e il diffondersi dei vaccini. Con Il re si ritrova l’Abdolah de La Casa della Moschea, il cantastorie affabulatore che rievoca profumi e atmosfere da mille e una notte, ma soprattutto il grande interprete del suo tempo, capace di cogliere il parallelo tra l’arrivo del telegrafo nella Persia di Naser e quello di internet nell’Iran di oggi. Il re si configura così come un romanzo di penetrante attualità, testimonianza di quel “contagio” dell’Occidente che, allora come oggi, porta con sé la speranza di un cambiamento alla lunga inesorabile.

 

L’autore – Kader Abdolah, nato in Iran nel 1954, perseguitato dal regime dello scià e poi da quello diKhomeini, rifugiato politico in Olanda dal 1988, è diventato uno dei più importanti scrittori di questoPaese, costantemente nella lista dei bestseller. Con Scrittura cuneiforme conquista il pubblico internazionale. La casa della moschea, votato dai lettori olandesi come la seconda migliore opera mai scritta nella loro lingua, è Premio Grinzane Cavour 2009. Tutti suoi romanzi sono pubblicati in Italia da Iperborea.


Hanno detto di lui:

 

“Un velo fiabesco avvolge il passato nella Casa della moschea. È l’incanto dell’infanzia persiana di Kader Abdolah.

E lui lo ricrea nel suo romanzo più maturo”. – IL CORRIERE DELLA SERA

“Uno dei più grandi scrittori olandesi”. – L’ESPRESSO

“Kader Abdolah è uno scrittore finissmo, dotato di una prosa secca, struggente, favolosa”. – LA STAMPA

“Abdolah scrive romanzi bellissimi, per chi vuole vedere anche le parole non scritte e leggere tra le righe”. – IO DONNA

“Nella vena malinconica che soffonde i romanzi di Kader Abdolah si nasconde una grande forza civile e morale”.

AVVENIRE

 

Altre opere di Kader Abdolah tradotte in Italia:

Il messaggero, traduzione di Elisabetta Svaluto Moreolo, Iperborea 2010

La casa della moschea, traduzione di Elisabetta Svaluto Moreolo, Iperborea 2008

Ritratti e un vecchio sogno, traduzione di Elisabetta Svaluto Moreolo, Iperborea 2007

Calila e Dimna, traduzione di Elisabetta Svaluto Moreolo, Iperborea 2005

Scrittura cuneiforme, traduzione di Elisabetta Svaluto Moreolo, Iperborea 2003

Il viaggio delle bottiglie vuote, traduzione di Elisabetta Svaluto Moreolo, Iperborea 2001




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47636 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47807 KB
Better Tag Cloud