search
top

IL SEGRETO DELL’ULTIMO GIORNO


Giuseppe Madravio
E' difficile descrivere l'impatto emotivo scatenatomi da questo libro. Un regalo di Natale standard da parte di un amico, amico a sua volta dell'autore (che ho personalmente conosciuto pochi giorni dopo), un bel malloppo ho pensato, chissà... ero piuttosto titubante. Ebbene, io mi definisco un lettore medio-alto, diciamo che almeno 4 o 5 libri al mese li leggo, quindi credo di potermi esprimere con una certa cognizione di causa se dico che è in assoluto uno dei migliori libri che abbia mai letto.
Il prologo parte nelle segrete di una chiesa, dove l'inquisizione sta torturando un capitano di vascello e il suo equipaggio per farsi rivelare l'ubicazione del diario di bordo della loro ultima spedizione, in cui sarebbero incappati in qualcosa ravvicinabile al Giardino dell'Eden. L'ambientazione si sposta poi ai giorni nostri, precisamente nei giorni antecedenti al 21-12-2012 (sì, lo so, la data farlocca ecc anche io ho storto il naso, ma l'autore ha usato uno stratagemma direi... perfetto per renderlo leggibile proprio DOPO la fatidica data) in cui si fa la conoscenza di Kayn Grimm, un ex professore e ricercatore di genetica, mentre tiene un convegno nell'università di Yale. Poco dopo, riceve una telefonata misteriosa da parte di una donna, che dice di avere delle notizie sulla morte di suo padre, argomento che ha lasciato una profonda ferita in Kayn Grimm e su cui pensava di aver ormai messo una pietra sopra. Il secondo personaggio principale in ordine di apparizione (direi che si possono individuare 3 veri protagonisti, oltre ad una marea di coprotagonisti e personaggi secondari) è il killer russo Viktor Zagaev, sulla cui infanzia c'è uno stupendo flashback ambientato in un orfanotrofio (dei flashback parlerò dopo), incaricato da un cardinale (!) di recuperare il famoso diario di bordo del capitano Giovanni Valsecchi. Il terzo in ordine di apparizione è Matthias Wichmann, detective tedesco dal passato burrascoso, solitario e scostante, che viene a scontrarsi con una sorta di mega- organizzazione segreta... Non vorrei dilungarmi oltre sulla trama perchè ci sarebbe troppo da scrivere. Tantissime situazioni, tantissimi personaggi, tantissimi colpi di scena. L'intreccio è parecchio complesso e articolato, con i flashback a farla da padrone, ce n'è almeno uno in ogni capitolo. Ricorda una sorta di LOST letterario, esperimento alquanto audace ma decisamente riuscito. Diciamo che questo può, purtroppo, diventare un difetto (uno dei pochi) nel caso in cui lo si legga a un ritmo blando, sicuramente è un libro che necessita di impegno e di lettura assidua. A sopperire questo viene però incontro l'estrema scorrevolezza della scrittura, per cui 50 pagine si leggono come 10, ne consegue che il tempo di lettura si abbrevierà decisamente (io l'ho finito in 6 giorni, il mio amico che me l'ha regalato in 3 e mezzo...)
Lo stile è diretto e immediato, molto cinematografico, poche descrizioni e tanta, tantissima azione, resa in maniera magistrale. Anche qui, una pagina di combattimento non è una cosa che si trova spesso in un romanzo del genere, e a qualcuno potrà sicuramente far storcere il naso, ma alla mia generazione cresciuta a pane e Kenshiro fa solamente un immenso piacere :)
Grande attenzione è stata data alle notizie scientifiche, sono andato a curiosare su wikipedia ed effettivamente combaciano nomi e date. Qualche piccolo errore ortografico (singolari plurali o cavolate del genere) dato dal fatto di non essere stato editato, mi dicono, ma roba di poco conto, ne ho trovati 3 o 4.
In definitiva un acquistro STRAconsigliato.

Editore:
Youcanprint

Genere: Thriller - fantascienza

Estratto:
Per ricevere gratuitamente il pdf con prologo e primo capitolo del libro inviare una email a riccardo_pietrani@fastwebnet.it

Acquisto:
Per acquistare il libro consultate il sito www.youcanprint.it dove troverete l'elenco delle 1200 librerie e dei 29 store online in cui è disponibile (i tempi di aggiornamento sono lenti quindi potrebbe ancora non visualizzarsi) oppure inviate una email a riccardo_pietrani@fastwebnet.it




6 Responsesto “IL SEGRETO DELL’ULTIMO GIORNO”

  1. Marco Ortona says:

    Io l’ho letto ed è una figata totale :)

  2. Fabio says:

    Una piacevole lettura!! Bel libro pieno di colpi di scena! letteralmente da divorare!! ve lo consiglio!! 😉

  3. chiara says:

    L’ho finito ieri.. il miglior libro che ho letto!

  4. Beppe Toki says:

    Un libro leggibilissimo dall’inizio alla fine, che riesce nel miracoloso intento di inserire in un romanzo di questo genere elementi action che rimandano al miglior cinema epico e anche ai migliori manga di sempre.

    Parte col piglio di Dan brown, ma è solo un brevissimo antipasto, la vicenda si sviluppa in maniera talmente complessa (seppur sempre comprensibile) da ricordare il cubo di rubik, nel senso che per ogni tassello colorato abbiamo una serie di personaggi, corporazioni, ideali, misteri scientifici che vanno lentamente completandosi fino al bellissimo finale, epico e per certi versi sconvolgente.

    Rispetto ad un Glenn Cooper, James rollins o Dan Brown, Pietrani vince sopratutto su due fronti: credibilità e veridicità degli elementi misteriosi e struttura dei capitoli e della narrazione in stile serie tv.

    Se doivessi dirne una? Lost, ma senza tutti quei buchi di sceneggiatura che tanto fecero incazzare i fan.

  5. erry says:

    Io sono a meta’,secondo me si mangia angeli e demoni a colazione. La struttura telefilm lo rende un supercult per chi ha dai 15 ai 40 anni! non lo consiglio solo agli over 50 per ovvi motivi(ma potrebbe comunque piacera per la forte componente scientifica-spirituale)

  6. Francesco Massa says:

    Per essere un’opera prima è scritto e strutturato dannatamente bene.

    Ha qualche difetto nella parte centrale perchè mette tanta carne al fuoco e si fatica a capire bene tutte le cose, ma si riprende tantissimo nel bel finale, mi ha colpito sopratutto che abbia messo tantissime cose reali nel libro, ad esempio l’uss cyclops è una nave che DAVVERO è sparita misteriosamente nel triangolo delle bermuda, io non lo sapevo (l’ho letto sulla pagina facebook) ma ce ne sono tantissime di cose reali, davvero complimenti.

    voto 8.5

Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47628 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47799 KB
Better Tag Cloud