search
top

Il segreto di Clairvaux: Bernardo

Inos Biffi

Il segreto di Clairvaux:
Bernardo

Schermata 2015-01-15 alle 11.53.10collana: La costruzione della teologia medievale

Il segreto di Clairvaux presenta la figura di San Bernardo che con la sua opera e la sua dottrina ha segnato e arricchito in modo indelebile tutta la vita della Chiesa.
Bernardo, in particolare, ha sottolineato l’importanza dell’esperienza del mistero cristiano, mettendo in guardia dall’intemperanza dialettica, che mortifica il mistero, lo infrange e lo dissolve.
Fu chiamato «Dottore mellifluo» perché il mondo in cui viveva era la Bibbia, che sapeva spremere come un favo e farne stillare il miele. Bernardo tenne sempre fisso lo sguardo sui vari avvenimenti della vita di Cristo, ammirandoli e gustandoli nel loro scorrere lungo l’anno liturgico.

INOS BIFFI. Docente emerito di storia della teologia medievale e di teologia sistematica presso la Facoltà Teologica dell’Italia Settentrionale (Milano), qui ha fondato e diretto l’Istituto di Storia della Teologia. Presso la Facoltà di Teologia di Lugano è direttore dell’Istituto di Storia della Teologia. È dottore aggregato della Biblioteca Ambrosiana. Larga parte della sua attività è dedicata al campo della liturgia, in particolare di quella ambrosiana, della quale ha curato la riforma. Presso Jaca Book è in corso di pubblicazione la sua Opera Omnia.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47548 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47718 KB
Better Tag Cloud