search
top

In anteprima PURA RAZZA BIANCA

Frank Westerman

PURA RAZZA BIANCA

In libreria dal 22 febbraio 2013

Titolo originale: Dier, Bovendier

Traduzione dal nederlandese di Cecilia Casamonti

Frank Westerman ricorda Bruce Chatwin e Ryszard Kapuscinski. Come loro ha saputo elevare il giornalista giramondo in un brillante, magico narratore – The Sunday Times

Una saga famigliare di cavalli aristocratici, un saggio letterario, un viaggio attraverso le tragedie del XX secolo in cui la storia dei cavalli Lipizzani riflette quella di tutti gli uomini.

 

Il libro “Toccare un lipizzano è toccare la Storia” disse un giorno un maestro d’equitazione a Frank Westerman sul rettangolo di un maneggio olandese, dove per caso gli capitò di vedere per la prima volta Conversano Primula, l’unico Lipizzano d’Olanda. Trent’anni dopo questo scrittore, che sa combinare come pochi altri l’esattezza del miglior giornalismo d’inchiesta con l’ispirazione e il piacere della grande letteratura, si mette sulle tracce dei cavalli lipizzani, e ne ripercorre la storia, che è anche quella dell’Europa e del XX secolo. Il Lipizzano, un cavallo perfetto “creato” per la famiglia imperiale d’Asburgo, scelto e affinato per rispondere alle esigenze dell’élite, simbolo della vittoria, del potere, della regalità, un animale geneticamente selezionato con metodi analoghi a quelli che la Germania nazista riservava alla razza ariana e i sovietici all’intensificazione delle colture. Un cavallo che ha saputo affascinare tutti i grandi potenti della storia europea: dall’Impero austro-ungarico a Hitler, Mussolini, Stalin, Tito, Ceausescu. Fino alle truppe di liberazione americane che durante gli ultimi giorni della Seconda Guerra Mondiale riuscirono a negoziare la cessione degli allevamenti di Hitler con i tedeschi – che volevano impedire che i cavalli finissero nelle mani dei Russi – e li introdussero alla fama e al successo di Hollywood. Come in un’inchiesta di cronaca Frank Westerman incontra i personaggi reali che hanno fatto la storia di questa particolarissima razza equina: consulta documenti, spulcia archivi, viaggia all’allevamento imperiale di Lipizza e a Brno al monastero mendeliano, a Vukovar e in una fossa comune di lipizzani in Bosnia, sui luoghi da cui quella storia è passata, registra visi e fatti, parole e sensazioni. Regalandoci un libro straordinariamente interessante, che attraversa mondi, epoche e frontiere.

 

L’autore – Frank Westerman, nato nel 1964 a Emmen, in Olanda, dopo gli studi scientifici diventa presto giornalista freelance nelle zone più calde del mondo. Nel 1993 è inviato a Belgrado, e dal 1997 al 2002 è corrispondente da Mosca. Dal 2002 si dedica esclusivamente alla carriera di scrittore. È autore di romanzi-reportage sui temi di razzismo, cultura, identità e potere. Di Westerman Iperborea ha pubblicato El Negro e io (2009), vincitore del premio Gouden Uil 2005, Ararat (2010), finalista al Premio AKO 2007 e al Premio Kapuciski 2010. Westerman è autore anche di Ingegneri di anime (Feltrinelli, 2006). Pura razza bianca è tradotto finora in otto lingue.

 

La stampa ha detto:

 

Con il suo mix di letteratura di viaggio e storia Frank Westerman si conferma ancora una volta un vincitore – The Independent

 

Un giorno qualcuno disse a Frank Westerman “Quando tocchi un Lipizzano tocchi la Storia”: il suo libro elegante  ce ne offre una prova straordinariathe financial times

 

Frank Westerman scrive non-fiction con la penna e la bravura di un grande romanziere – De Standaard




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47614 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47779 KB
Better Tag Cloud