search
top

Intervista alla scrittrice HELENA GIORGIANNI

Alle Radici della conoscenza: la bell’intervista alla nostra autrice Helena Giorgianni, inserita nella collana Radici, la quale, nata nel 2011 da un’offerta di amicizia della Rupe Mutevole agli scrittori abruzzesi, che ha subito conquistato l’Italia.

Helena, siciliana di origini, ci racconta infatti la sua sacerdotessa dell’Amore…

Intervista realizzata da Federica Ferretti

F.F. Come nasce l’idea del tuo libro?
H.G.Tutto ha avuto inizio durante la celebrazione di un Solstizio Estivo ai megaliti dell’Argimusco. Un luogo magico che mi ha accarezzato il cuore risvegliando un canto antico, una storia raccontata dalle pietre immobili, custodi di antiche memorie.

F.F. Chi è la sacerdotessa dell’amore?
H.G. E’ colei che decide di percorrere la via dell’Amore, colei che vive e dona un senso del Sacro, che mantiene intatta quella parte selvaggia e pura allo stesso tempo, sentendosi figlia del cielo e della terra attraverso una grande connessione con la natura e con il proprio corpo.
Sono tutte le Donne che curano, che accolgono, che creano, che educano, che accompagnano lungo i sentieri del cuore.

F.F. C’è una coincidenza auto-biografica?
H.G.Vorrei essere come Inyla, la protagonista del romanzo. Una giovane donna libera e coraggiosa che percorre la via della conoscenza, ma credo di essermi limitata solamente a percepirne l’essenza. Come se lei avesse una vita propria e io solo colei che ne ha scritto la storia.

F.F. Quanto tempo hai impiegato per la stesura del tuo libro?
H.G. Circa due anni. La stesura del libro è stata caratterizzata dalla scrittura frammentaria di atmosfere che non hanno avuto una modalità narrativa lineare, mi limitavo a seguire il mio sentire saltando tra i paragrafi di queste “memorie Arcaiche”, arricchendole di informazioni, di preghiere, di paesaggi emozionali. Levigando le parole come uno scultore, per poterne trasmettere l’anima.

F.F. Pensi possa esserci un seguito?
H.G. Non lo so, dipende dall’evolversi della vita. Dipende da Inyla, se vorrà raccontarmi ancora qualcosa di sè…

F.F. Hai già nuove ispirazioni?
H.G. In questo momento seguo il fluire di pensieri e parole che forse prenderanno forma in un nuovo romanzo, non posso dire altro.

F.F. Cosa rappresenta, per te, il tema delle Radici…Dove affondano, ora, le tue Radici?
H.G. Direi che in quanto “radici” sono alla base di tutto.
Affondano nella terra della creazione, del principio assoluto per crescere, svilupparsi attraverso il tempo e nutrirsi attraverso il ricordo. Nostro è il compito di custodire la memoria di ciò che è stato per evolverla e renderla contemporanea.

F.F. Quanto ti influenza la contemporaneità?
H.G.Tanto quanto le “radici” perché la vita fatta di esperienze e storia, protesa verso il futuro, vive solo nell’attimo presente. Nel respiro contemporaneo di chi siamo e dove siamo.

F.F. La conoscenza sintetizzata in una frase emblematica…
H.G.La conoscenza di qualcosa arriva solo quando ne fai esperienza diretta attraversandola con il corpo e con lo spirito.

 




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47657 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47829 KB
Better Tag Cloud