search
top

Intervista all’autrice MARIA GIOVANNA FARINA

Intervista di Federica Ferretti a Maria Giovanna Farina, in uscita per Echi da Internet.

Un nuovo eco da internet, del tutto sui generis: una filosofa e consulente filosofico che ha deciso di mettere le ali e raggiungerci nel nostro cielo.

Ho messo le ali, sarà quindi presentato il giorno 6 marzo 2013 alle ore 18 presso la Feltrinelli di via Manzoni a Milano. Relatori: Francesco Alberoni e Corinna Cristiani, sarà presente l’autrice.

Si racconta per voi Maria Giovanna Farina

Cosa significa per te, “scrivere”?
Scrivere è mettere nero su bianco le nostre idee, le nostre emozioni, le nostre perplessità…e perché no i momenti rabbia. È anche un riconciliarsi con se stessi e un modo per non dimenticare. Infine è un comunicare agli altri, quelli che hanno voglia di leggerti.

Quando hai “iniziato”, per divertimento, per sfogo o….?
Ho iniziato per mettermi alla prova, per scoprire se ne fossi stata capace, poi è diventato il mezzo per eccellenza per dire ciò che a parole non avevo il coraggio di pronunciare. Oggi è una grande gioia leggere le mie riflessioni e, dopo averci fatto i conti, poterle condividere per un fine che è quello di testimoniare esperienze che possono servire ad altri.

Le tematiche che affronti sono molto attuali…
Sono argomenti della vita quotidiana, oggi sempre più fitta di situazioni. Cerco di parlare di quello che più mi sta a cuore tenendo conto di chi mi legge e delle sue esigenze.

Quanto è importante per una donna potersi esprimere attraverso la scrittura?
È una conquista se pensiamo che le donne un tempo non andavano a scuola e la cultura tutta, quindi anche lo scrivere, erano appannaggio maschile, ora per fortuna non è più così. La scrittura è prevalentemente femmina nel senso che è la parte di noi più femminile ad ispirare lo scrivere: ciò accade anche ai maschi. Sto parlando di sensibilità, creatività…e più la categoria del femminile è presente, più si crea.

Ti racconti quasi quotidianamente anche su altri format: c’è un futuro per la letteratura digitale, secondo te?
È scontato, la rete è un mezzo che dà grandi possibilità e il costo minore dà l’opportunità a chiunque. Ed è giusto così.

La scrittura è ancora un campo minato per noi donne, a tuo dire?
Credo che per le donne siano minati tutti campi, per questo motivo sono Paritista. Il Femminismo è da superare per abbracciare una visione paritaria, reale e non solo teorica, tra donne e uomini difronte a tutte le opportunità che la vita ci offre, scrittura compresa.

Perché una filosofa decide di parlare anche di sesso…
Il sesso è una parte integrante della nostra esistenza, ce ne rendiamo conto tutti e in modalità differenti. Nel mio libro Ho messo le ali, cerco di porre in evidenza alcuni esempi di relazioni possibili che ognuno può sperimentare: a quel punto attraverso l’interprete del racconto, che è una storia vera, do suggerimenti su come gestirle. Credo che la vera rottura filosofica del mio scritto sia il parlare dell’orgasmo femminile e delle difficoltà a raggiungerlo per molte donne, troppe tacciono per timore, vergogna, educazione: invece non c’è nulla di strano!
Era ora che anche la filosofia ne parlasse

Quanto ti continuano ad ispirare le vicissitudini quotidiane del mondo che ti circonda?
Sono fondamentali, noi esseri umani siamo esseri-nel-mondo come diceva il filosofo Ludwig Binswangher e come tali siamo immersi in una rete di relazioni. In altre parole, siamo collegati e ci influenziamo reciprocamente: come potrei prescindere dagli altri!

Ci puoi dare qualche anticipazione circa la prima presentazione?
La prima presentazione sarà a Milano a marzo. Mi presenterà il libro Francesco Alberoni che è autore della IV di copertina, non sarà solo ma …non dico altro…

Lavori in corso…..
Tanti lavori in corso, sto scrivendo anche un saggio sempre col mio stile comprensibile a tutti. In realtà, Ho messo le ali, quei pochi che lo hanno letto lo hanno trovato anche divertente, mi è volato dalle mani imponendosi su tutto… ma non posso dire altro per il momento.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47619 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47785 KB
Better Tag Cloud