search
top

La Leggendaria Guerriera – Rinascita di una dea


Alcune recensioni da Amazon:

-Emozionante: E' uno di quei romanzi che ti entra dentro e inizia a farti sognare. Complimenti all' autrice e al suo bellissimo lavoro!!!

-Molto bello: Mi è piaciuto veramente molto...vorrei già avere i prossimi volumi tra le mani per conoscere i destini dei personaggi che ho conosciuto in questa bella storia.

E da Google Playstore:

-La leggendaria guerriera: un romanzo coinvolgente e pieno di misteri Ho terminato questo romanzo in soli 3 giorni , perché era impossibile staccarsi dalla lettura. Una storia avvincente, ambientata in una romantica Venezia del passato, sconvolta da un cataclisma inaspettato. Ainwen, l'eroina della storia è un personaggio molto determinato ma anche i coprotagonisti e l'antagonista, grandissimo Firion, vi rimarrà impresso nella memoria. Un libro da leggere assolutamente che con l'arrivo del Natale, potrebbe rivelarsi un bellissimo regalo da mettere sotto l'albero. Complimenti vivissimi all'autrice, aspetto ansiosamente la seconda parte di questa coinvolgente storia.

Editore:
Youcanprint

Genere: dark fantasy

Estratto:
Sinossi:
Venezia 1896

Ainwen Carnelio, giovane rampolla di una delle famiglie più in vista della città, non ha mai capito la ragione del suo strano aspetto.
Cresciuta da un ammiraglio, che l'ha addestrata all'arte della spada fin da bambina e da una madre insolitamente attenta a farle apprendere la magia, la giovane passa le sue giornate divisa tra due realtà: quella diurna, la vita apparentemente normale di una ragazza della sua età; e quella notturna tra duelli, visioni di cui non conosce il significato e incubi che infestano le sue notti.
Tutto evolve all'improvviso il giorno in cui conosce il nuovo istitutore, Barahir. Un uomo enigmatico, di una bellezza unica e fin troppo interessato a lei.
Con il suo arrivo le visioni aumentano, facendosi via via più terrificanti.
Ogni volta che i loro sguardi si incrociano è come se lei vivesse l'esistenza di un'altra persona.
La mente viene travolta da ricordi non suoi e perfino la vita arriva quasi a non appartenerle più, confondendosi con quella di un'altra donna di cui a malapena conosce il nome.
Fino a quando, spossata nell'animo e nelle carni decide di voler sbrogliare la matassa dei misteri di tutta una vita.
Solo un nome dalla sua parte. Un unico fievole indizio a ricollegare ogni sua visione: Urwen.
Il nome della dea degli elfi.
Il nome della donna che, cinquecento anni prima salvò il mondo dall'apocalisse...

Alcuni piccoli estratti:

"Solo quando gli occhi si furono spenti il sangue iniziò ad uscire dalla ferita al petto, allargandosi lentamente sul selciato della strada.
E in quel momento la mente di Ainwen si svuoto completamente, mentre un urlo muto si apriva sul suo volto.
Un singulto e dal suo io più profondo, il dolore prese la voce e l'aspetto di un animale ferito, cupo, viscerale, potente, angosciante.
Ed insieme ad esso, un'esplosione di candida energia investì la piazza buia, illuminandola a giorno.
Tutto quel potere, tutto quel fulgore si diffuse incontrollato ed incontrollabile dal corpo della fanciulla, travolgendo ogni cosa e distruggendo quel poco che era rimasto in piedi dopo l'attacco di Firion.
Odio, rabbia, dolore e tristezza uscirono da quel corpo magro e minuto come un uragano distruttore, pronto solo a portare la morte."


-Cosa vuoi da me? Dimmelo Firion, hai fatto tutto questo solo per potermi uccidere?-
L'uomo si voltò, dandole le spalle e camminando lentamente, quasi volesse misurare i suoi stessi passi rispose alla ragazza:-No- estrasse lo spadone a due mani e lo piantò sul selciato.
Vi si appoggiò, portando così i loro sguardi ad incontrarsi:-Sono qui per proporti un patto- le disse.
La giovane alzò il volto lentamente, chiedendogli di cosa stesse parlando. Ma appena vide il volto del nemico difronte a sé, faticò a riconoscerlo.
Il viso dell'uomo era completamente stravolto, sembrava un pazzo...era terrificante.
Tuttavia la sua voce, suonava calma e suadente come velluto:-Seguimi e avrai salva la vita. Insieme domineremo il mondo e finalmente porremo fine alle vite di chi indegno, calpesta questa terra. Noi saremo l'inizio e la fine di tutto. Degli dei in questa terra di dannati. Insieme cambieremo questo pianeta, portandolo nella direzione da noi scelta...-
Ainwen lo guardò sconvolta. Era un pazzo...solo un pazzo assassino: -No!- gli urlò in faccia:
-Non sarò mai una tua complice...se ho qualche potere come tu dici, preferisco morire piuttosto di darlo a te- inspirò a fondo l'aria gelida che la circondava:-Uccidimi...ma non ti permetterò di distruggere tutto ciò a cui tengo. Dai uccidimi...- abbassò lo sguardo e con un fil di voce aggiunse:-O forse...mi ami ancora?-


Gli occhi di Urwen caddero sul signore di quella guerra senza fine: nulla più di un elfo, esattamente quello che era anche lei.
Scosse il capo con forza in un vano tentativo di tenere a freno i ricordi, ma quelli inesorabili e spietati le tornavano alla mente ogni qualvolta i loro sguardi si incrociavano.
Osservando le poche sembianze del viso che trasparivano dai lunghi capelli neri, quasi non lo riconobbe.
Il signore di quell'armata distruttiva era suo cugino Firion, ma oramai non aveva più nulla dell'essere che lei aveva amato come e più di un fratello.
Al suo posto ora, vi era solo un cinico demone, pronto a ghermire la vita sua e quella di tutta la gente disperata che stava guidando alla pace.
Chiuse gli occhi e per un istante rivide l'immagine del cugino così, come lei lo ricordava.
I capelli dorati, riccioluti ad incorniciare il volto appena squadrato e gli occhi limpidi,verdi, dello stesso colore di quella natura di cui lei era la custode.
E il sorriso, quell'espressione dolce e rassicurante, quasi indescrivibile a parole che solo a lei concedeva.
Non c'era più nulla di tutto questo; troppi gli anni, troppe le battaglie e troppe le vite che erano state spezzate da quei tempi felici e ormai lontani.
Aveva sperato fino all'ultimo di poterlo giustificare e quindi perdonare.
Ma ora no. Ora il gesto compiuto era troppo grave anche per il suo perdono.
Con il volto solcato dalle lacrime che inutilmente aveva provato a trattenere spostò lo sguardo a terra. Ai suoi piedi, Calien.
Il marito, il compagno di tutta una vita. L'unica persona che avesse mai amato di un amore così travolgente da far quasi male.
L'uomo che le aveva dato un figlio e la speranza per una vita di pace e felicità.
E ora, quello stesso elfo giaceva ai suoi piedi con una freccia conficcata nella schiena.
Una freccia, che gli si era piantata nel cuore per salvare lei. Calien l'aveva protetta, fino all'ultimo respiro.
Ma in quello stesso momento, nell'attimo in cui quel maledetto dardo gli aveva morso le carni, portandolo via dal mondo, anche lei era morta...
Per essere un elfo era ancora giovane, aveva poco più di cent'anni. Una ragazzina per il suo popolo.
Ma che senso poteva avere continuare a vivere e sperare, se a loro due non era stato concesso nemmeno l'ultimo addio?
Calien era morto ancor prima di toccare terra e prima di cadere nell'oblio, solo un ultimo abbraccio.
Un urlo disumano uscì dalle labbra di Urwen.
Un urlo rivolto alla luna fredda, che impietosa era rimasta a guardare quella scena dall'alto.
Perché lei in quei cinquant'anni di lotte non era mai cambiata e rimaneva immutata nel suo candore?
Perché anche lei non si era macchiata del sangue che stava distruggendo il mondo?

"-Urwen- la voce di Calien vibrava:-Aspetterò- le baciò la nuca:-Attenderò il giorno in cui ti rivedrò. Perché sono certo che prima o poi saremo nuovamente insieme. Ma ora dobbiamo pensare al presente. A domani, all'ultima battaglia- le sfiorò il mento e le alzò il volto con delicatezza, lasciando che i loro occhi si incontrassero:-Anche questa- disse:-Anche l'ultima battaglia la combatteremo insieme. Non sei sola ed io sarò con te fino alla fine e per sempre. Domani combatteremo per la nostra gente ancora una volta- le accarezzò il volto:-Ma questa sera...- riprese:-Quest'ultima notte è solo nostra...- avvicinò il viso al suo e la baciò."



Acquisto:
Alcuni link per l'acquisto ebook (disponibile in tutti i bookstore in formato .mobi, .pdf, .epub e kindle):

Amazon:
http://www.amazon.it/La-leggendaria-guerriera-Rinascita-una-ebook/dp/B00GNE10NS/ref=sr_1_1?s=digital-texteie=UTF8eqid=1387836220esr=1-1ekeywords=la+leggendaria+guerriera

Kobo:
http://store.kobobooks.com/it-IT/ebook/la-leggendaria-guerriera

Google Playstore:
https://play.google.com/store/books/details?id=Rd0fAgAAQBAJ

Il romanzo è inoltre disponibile in formato cartaceo in tutti i bookstore ed è ordinabile nelle migliori librerie (compresi circuito Feltrinelli e Mondadori)




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47645 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47787 KB
Better Tag Cloud