search
top

La ragazza nel fiume


L'Arena 26 gennaio 2015
Ogni genere di tradimento e galleria di donne speciali

Esordisce con un bel romanzo il veneziano Giuliano Fontanella: La ragazza nel fiume (I libri di Emil, 264 pagine, 16 euro) si annuncia come primo volume di una trilogia. Ambientato in una Roma dal sapore vagamente newyorchese che sull'onda dei millenni fa convivere il ritmo assillante della modernità con una sorniona magnificenza, è un giallo «hard boiled» scritto con stile intrigante. Sulla vicenda della giovane donna che le acque del fiume — un po' Tevere, un po' Hudson — restituiscono cadavere un mattino di fine estate, indaga il detective Diego Spada, duro dal cuore tenero con una vena di autoironia alla Marlowe. Il percorso che, tra boss della mala locale e della mafia cinese, lo porterà a far luce su quella morte, si dipana nei canoni del romanzo giallo ma li trascende. È infatti una storia che dietro al fumo di un revolver o tra le ombre di un agguato lascia intravedere altro; ci parla del tradimento coniugato in svariate accezioni — amorose, umane, professionali — ma anche di una irresistibile aspirazione alla libertà e all'indipendenza, preludio di una nuova vita in cui realizzare le proprie aspirazioni più vere.
Un discorso a parte meritano le donne del romanzo che, costruito sull'io narrante di Diego Spada, ha tuttavia nelle figure femminili un elemento di fondamentale importanza. A cominciare dall'affascinante Carmen, conosciuta e amata alla vigilia della sua tragica scomparsa, per continuare con l'ex moglie Melania, la giovane Miriam salvata in extremis da un brutto giro, e poi Nora, Laura, Patty, Dalia, Clotilde... Seducente galleria di ritratti lumeggiati con efficacia dall'autore. S.B. 

http://www.larena.it/stories/Cultura/1031733_ogni_genere_di_tradimento_e_galleria_di_donne_speciali/

Editore:
Emil di Odoya

Genere: Noir

Estratto:
- Siamo più o meno tutti nella stessa situazione, senza rendercene nemmeno conto.
- Quale situazione?
- Quella dei pesci in un acquario. Pesci di tante razze, costretti a vivere nello stesso ambiente, simile a quello autentico, ma ormai inesorabilmente snaturato. Tutti a girare a vuoto, senza mete particolari, nonostante il continuo affanno per realizzarsi, con gli orari del cibo che scandiscono il tempo. - Prese il retino che stava appoggiato dietro la vasca, lo introdusse nell'acqua e con gesto fluido e tranquillo catturò un pescetto nero, dalle pinne lunghe e quasi trasparenti. - Poi, senza motivo - continuò, estraendo il retino e osservando passivamente l'animaletto dibattersi - veniamo presi nella rete, e in un attimo non contiamo più nulla. Il nostro destino è nelle mani di un Dio crudele e burlone, che si diverte a toglierci di mezzo quando meno ce l'aspettiamo.

da "La ragazza nel fiume", noir

Acquisto:
http://www.ilibridiemil.it/index.php
http://www.mondadoristore.it/La-ragazza-del-fiume-Giulia…/…/
http://www.amazon.it/ragazza-del-fiume-Giulian…/…/8866801178
http://www.ibs.it/…/fontanella-giuli…/ragazza-del-fiume.html




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47525 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47670 KB
Better Tag Cloud