LA TERRA BRUCIA

by | 20 May 2020 | Novità in libreria, Rubriche | 0 comments

Questo libro è in primo luogo un doveroso tributo (e un doveroso ringraziamento) a un grande dissidente come Giorgio Nebbia. Dissidente perché la sua critica ecologica al capitalismo, smascherava impietosamente le contraddizioni del sistema. Essa torna oggi di grandissima attualità, noi convivendo con gli effetti sempre più pesanti prodotti da un riscaldamento climatico figlio di questo modello capitalistico e (paleo)tecnico; ma di grande attualità anche con la pandemia da coronavirus, per non dimenticare che, ben più grave della pandemia, è proprio il cambiamento climatico. Ma questo libro è anche – vorrebbe essere anche – un vademecum per i giovani che si impegnano da tempo per la difesa della Terra. Ricordando loro che l’ecologia non nasce oggi, che l’ambientalismo è una filosofia politica antica e che già più di mezzo secolo fa si lanciavano allarmi sul futuro della Terra. Un libro, questo, che vuole dunque ricordarci come critica ecologica e critica politica e culturale – cioè dissidenza – debbano procedere insieme. Era (è) la grande lezione di Giorgio Nebbia.

Giorgio Nebbia (1926-2019), ecologista, saggista, divulgatore di fama internazionale, ha insegnato Merceologia
all’Università di Bari dal 1959 al 1995. Parlamentare per la Sinistra indipendente alla Camera (1983-1987) e al Senato (1987-1992), è stato autore di molti saggi sulla relazione tra merci e ambiente (il ciclo delle merci) e tra eco-nomia ed ecologia. Per i tipi di Jaca Book ricordiamo: Le merci e i valori. Per una critica ecologica al capitalismo (2002) e Dizionario
tecnico-ecologico delle merci (2011).

Diag| Memory: Current usage: 61644 KB
Diag| Memory: Peak usage: 61798 KB