search
top

LA VALLE DELLE OMBRE


DALLE VASTE PIANURE DEL WYOMING DEI SIOUX LAKOTA , AI RANCH DEI PISTOLERI BIANCHI ,incontriamo Sei lune ,capo di un villaggio Sioux Lakota, e Derek Blackwood,un pistolero irlandese : uno desidera la morte dei "wasichu ", i bianchi ; l'altro nient'altro che conquistare terra e allevare cavalli purosangue.Al centro della battaglia dei "Centro Uccisi" scorreranno le storie di questi uomini spietati e senza Dio; uomini il cui passato è pieno di oscuri segreti e il cui presente è incerto. Sei Lune e Derek Blackwood non hanno paura di niente e non arretrano dinanzi a nessuno.Il destino infido farà incontrare i loro figli, Piccolo Alce e Cory Blackwood .I due hanno molte cose in comune, Cory è stata cresciuta dal padre come un ragazzo e deve nascondere a tutti il suo essere donna; Piccolo Alce è un Sioux che non vuole uccidere. Entrambi diversi, in un mondo che non li accetta. Nemici per natura e amici per affetto; ma Cory è un pistolero e la morte la segue come un'ombra e Piccolo Alce, per diventare uomo,dovrà uccidere i Bianchi.
I loro percorsi si perderanno in una scia di sangue…

Editore:
edizioni R.E.I

Genere: narrativa western

Estratto:
Sei Lune e Cane Che Ringhia, videro il lampo e sentirono la detonazione dello sparo. Incoccarono le frecce e quatti quatti, s'inoltrarono verso il cerchio formato dalla donna e dal bianco che ora era morto.
Quello smilzo rimasto aveva imbracciato il fucile e stava per sparare a sua volta nella direzione dalla quale aveva sentito provenire il colpo.
La freccia di Piccolo Cervo saettò; lo colpì direttamente allo stomaco.
L'uomo urlò.
Un'altra andò a conficcarsi dritta in mezzo al cuore.
Lui fece mezzo giro e crollò a terra con gli occhi rivoltati nelle orbite.

Cory aveva visto l'uomo che stava sopra ad Hattie, volare via per l'impeto del colpo .
Era stato sufficiente.
Il cappello era volato dalla testa alle spalle, per la deflagrazione e i suoi capelli biondo- bianchi, brillarono come un bersaglio alla luce del sole.
Era pronta a far fuoco un'altra volta, ma era troppo tardi.
Chiuse gli occhi aspettando di essere colpita.
Udì un urlo e da dietro di lei le sembrò di sentire un sibilo.
Non ci fu nessuno sparo.
Aprì gli occhi e vide l'altro bandito a terra con una freccia indiana che lo trapassava nel petto da parte a parte.
Fu così che si voltò a mezzo e vide l'indiano a due passi da lei.
Il sangue le defluì dal corpo.
Si paralizzò.
Se Piccolo Cervo avesse voluto, avrebbe potuto comodamente strozzare il ragazzo senza che lui se ne avvedesse.
Ma non lo aveva fatto.
Invece teneva l'arco teso con la mano sinistra e con la destra, puntava una freccia diritta al suo cuore.
Cory sentì una fredda calma pervaderla.
Sapeva che non sarebbe riuscita a sparare.
L'arma era un pezzo di ferro inutile nella sua mano.
La lasciò cadere a terra.
Pensò solo: chissà se Hattie è viva?Dio fa che sia viva
L'indiano tese l'arco.

Dalla sua postazione Derek vide tutto.
- Cory, no!- mormorò a fior di labbra Derek e si sentì perso.
Ora oltre al ragazzo sioux, erano arrivati sul posto altri due indiani.
Poteva rischiare e far fuoco e ammazzarli tutti ma Cory sarebbe morta, ne era certo.

Colei Che Viene Quando Sorge L'Alba si era alzata da terra sulle braccia malferme ,come a rallentatore.
Con lo sguardo offuscato dal dolore, aveva inquadrato la sua Lei Che Non Parla, quello era il nome indiano che aveva dato a Cory, nel suo cuore di madre.
Era stata una sciocca a farsi catturare viva da quegli uomini bianchi.
Appena li aveva visti assaltare il suo tipì, invece di tentare la fuga a cavallo del suo morello,avrebbe dovuto uccidersi.
Ora le bastò solo in un battito di ciglia per decidere.
I ricordi la sfiorarono come un vento freddo nel caldo di una notte estiva.
Nell'arco dei suoi ventotto inverni il suo corpo era stato violato , mutilato ,picchiato a un certo punto il suo spirito si era affievolito.
Non sentiva più dolore ormai.
Pensò all'Uomo Rosso: il Cheyenne suo marito le aveva mozzato la lingua per punirla del suo amore per un wasichu e l'aveva resa reietta alla sua stessa gente.
Le donne che subivano quel castigo per il Popolo Rosso erano Niente.
Pensò all''Uomo Bianco: l'aveva circuita e portata via alla sua gente con false promesse e poi l'aveva usata e gettata come spazzatura.
La sofferenza che aveva provato nel partorire in un bosco una creatura morta ,era stata indescrivibile.
Ma Madre Natura era stata buona e aveva avuto altri progetti in serbo per lei.
Un uomo bianco l'aveva trovata.
Le aveva dato una neonata.
Le aveva ridato la vita.
Lei era grata.
Sia fatta la volontà di Wakan Tanka,il grande Spirito.
Rivolse un sorriso bellissimo alla sua figli,ola wasichu che amava più della sua stessa vita e intonò sorridendo il suo canto morte.
Con uno scatto ferino si alzò e si slanciò in avanti.

La freccia le trafisse il cuore.
Lei mori all'istante.
Cory si trovò Hattie fra le braccia senza sapere come e sorresse il suo corpo floscio fino a che ci riuscì.
Poi scivolarono a terra.
Hattie le aveva fatto da scudo.
-No!No!NO!!- Cory non riuscì a contenersi e cominciò a urlare.

Sei Lune e Cane Che Ringhia uscirono allo scoperto.
Piccolo Cervo si girò verso il padre i tratti del viso irrigiditi dallo shock e dalla rabbia.
Non aveva ancora allentato la presa delle mani sull'arco e sulla freccia, Erano ancora tese nello sforzo.
Non era stato lui a colpire.
-Padre perché?-
Sei Lune scosse il capo serioso.
Aveva paura che i Bianchi nascosti fra i cespugli sparassero al figlio e aveva mirato al petto del ragazzo wasichu.
Ma non era preparato a questo..
Il Bianco con quegli strani capelli argentati era in realtà un Wanalapi! Cio-che-è-simile-allo-spirito!
Quello già di per sé era un segno di disgrazia.
E non era nelle sue intenzioni colpire la squaw Cheyenne, sorella minore di sua moglie.
Sentì che il suo cuore era ora pesante come un macigno.
Cane Che Ringhia si mosse.
In perfetto tempismo con il fratello, agguantò senza riguardo,il figlio per il collo e tutti insieme si dileguarono nel bosco senza lasciare tracce.

Acquisto:
http://www.edizionirei.com/album/galleria-foto/la-valle-delle-ombre-jpg/


Dispinibile presso IBS,BOL.IT e molti altri siti.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47596 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47756 KB
Better Tag Cloud