search
top

LO STARNO CASO DELL’APPRENDISTA LIBRAIA

DEBORAH MEYLER

LO STRANO CASO DELL’APPRENDISTA LIBRAIA 

Schermata 2014-08-28 alle 14.20.07

Esme Garland è una giovane inglese trasferitasi a New York grazie ad una borsa di studio vinta alla Columbia University. Innamoratissima di un promettente ed affascinante docente di Economia, Mitchell, e studiando per un dottorato in storia dell’arte che promette grandi soddisfazioni, la vita sembra sorriderle, fino a quando non si accorge di aspettare un bambino il cui padre non desidera affatto. E Mitchell decide di lasciarla. Il mondo le si sgretola letteralmente sotto i piedi ed in preda allo sconforto Esme si getta per le vie dell’Upper West Side alla ricerca di un lavoro che le permetta di provvedere al futuro nascituro. Passeggiando di fronte alla sua libreria preferita, “La civetta”, si accorge di un cartello in cui cercano un aiuto libraia. È l’occasione che aspettava, lavorare in questa libreria “magica”, d’altri tempi in cui rovistando tra le innumerevoli pile di libri accatastati ovunque è ancora possibile trovare qualche prima edizione di libri oramai sconosciuti. Una nuova vita, dei nuovi amici, uno spazio in cui potersi sentire protetta, amata e capita.

Quando un romanzo parla anche di libri, lo leggo sempre con molta attenzione e con maggiori aspettative. E’ un libro arguto, l’autrice è stata molto intelligente nel raccogliere tutta una serie di elementi che la cui combinazione sa far molto leva sulla sensibilità del lettore. Una storia ricca di sentimenti, una stupenda librereria in cui trovare preziosi tesori e che tutti vorremmo avere vicino a casa nostra. Ed ancora un mix di personaggi contrastanti, alcuni arroganti, freddi ed irritanti, altri assolutamente squisiti, eccentrici e gentili, quasi dei cavalieri d’altri tempi, numerosi riferimenti letterari che piacciono sempre tanto ed infine la giusta dose di romanticismo che appaga qualsiasi lettrice, ed il gioco è fatto. “Lo strano caso dell’apprendista libraia” sarà un sicuro successo.

Seppur apprezzandone la delicatezza, ho trovato la trama forse un po’ troppo prevedibile, ed un finale concluso bruscamente. Ho la sensazione che da questo romanzo ne trarranno un film, lo guarderò con lo stesso piacere con cui ho letto il libro.

Alessandra DG




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47615 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47787 KB
Better Tag Cloud