search
top

Maniscalco Giovanni


Giovanni Maniscalco nasce a Marsala nel 1966, da una famiglia di contadini,da sempre amante di teatro e di cinema.
Dopo le medie frequenta l’istituto professionale di stato per l’agricoltura dove prende il diploma di Agrotecnico, un anno dopo viene chiamato a svolgere il servizio di leva obbligatorio e viene assegnato nel corpo dei Bersaglieri nella caserma di Persano.
Il suo amore per il teatro fin da piccolo non lo ha mai abbandonato e nonostante gli studi professionale si forma culturalmente leggendo Sciascia, Pirandello ma in particolare le Novelle di Verga.
Da piccolo spesso rimaneva incantato ascoltando le storie raccontate dagli anziani, si intratteneva con loro e li stimolava a raccontargli storie vere o inventate ma che avevano una forza narrativa cosi coinvolgente da rivivere quei momenti come se ci si trovasse in mezzo mentre tutto ciò accadeva.
A 18 anni, scrive la sua prima opera teatrale in dialetto siciliano“Figghiu di ru patri”.
Da allora scrive una serie di altre commedie, sia in dialetto che in italiano, ne citiamo alcune tra cui: “I Figghi sunnu comu l’oceddri”, “Tappu supa tappu”, “Euro soiddi”, “U Pupazzu”, “U Malocchiu”, “ Arcangelo Gabriele, ecc”.
Fonda una compagnia teatrale denominata “Associazione teatrale Strasatti” con la quale mette in scena le sue opere, rappresentandole per i teatri e le piazze del Trapanese, riscontrando sempre una straordinaria accoglienza da parte del pubblico.
Per cinque anni organizza nel periodo estivo in un “Chiano” di una delle contrade del Marsalese una Rassegna Teatrale contro il parere di tutti i suoi collaboratori per il luogo scelto, alla fine però si rivelerà un evento straordinario, sia per l’affluenza di pubblico che per il significato culturale assunto.
Partecipa al film “Cefalonia” girato in provincia di Trapani tra Castellammare del golfo e S. Vito lo Capo, con protagonista Luca Zingaretti.
La sua passione per lo scrivere non si arresta mai, ma si evolve in forme diverse, scrive per il cinema una sceneggiatura dal titolo “Santi in paradiso” e ancora racconti brevi poesie e scketc.
Dal 2003 al 2008 ricopre la carica di consigliere alla Provincia Regionale di Trapani.
Si cimenta nella narrativa e nel 2009 e pubblica con Libridine la sua prima opera: “ Il cumulo di pietre”.
Nell’estate del 2013 realizza con i suoi collaboratori di sempre, un medio metraggio dal titolo “Il botto” tratto sempre da uno dei suoi racconti brevi “Il tenente di Marsalì”!
Il botto è stato pubblicato in versione e-book e da qualche giorno anche il cumulo di pietre è stato pubblicato in e-book, entrambi pubblicati con la piattaforma Narcissus e disponibili in tutti gli store di libri online.
Ha un profilo face book a suo nome e una pagina chiamata “il botto”!
Attualmente Maniscalco lavora come dipendente in un Ente di formazione professionale.



Sito WEB
http://Pagine face - Giovanni Maniscalco - il botto.

Pubblicazioni
Il botto
Il botto




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47553 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47692 KB
Better Tag Cloud