search
top

Mo Yan Premio Nobel per la Letteratura 2012

Mo Yan “colui che non parla” è il nome d’arte dello scrittore cinese Guan Moye, insignito oggi del prestigioso Premio Nobel per la Letteratura.

“Con il suo realismo allucinatorio forgia racconti popolari, di storia e contemporanei” così si è espressa la reale Accademia di Scienza Svedese nel consegnare a Mo Yan la meritata riconoscenza.

Di un soffio ha battuto gli scrittori Haruki Murakami e Peter Nadas, dati assieme a lui per favoriti. E per rimanere fra gli italiani, erano usciti anche i nomi di Dacia Maraini, Umberto Eco, Claudio Magris e Andrea Camilleri.

Originario di Gaomi, zona rurale nella provincia dello Shandong, Mo Yan, 57 anni, è il secondo cinese a ricevere questo riconoscimento dopo Gao Xingjian, premiato nel 2000.

Scrittore e sceneggiatore, ha scritto sette romanzi, una dozzina di racconti e diverse storie brevi.

Pubblicato in Italia da Einaudi, “Sorgo rosso” è probabilmente il suo libro più famoso da cui è stata tratta la sceneggiatura per l’omonimo film di Zhāng Yìmóu, vincitore dell’Orso d’Oro al Festival di Berlino nel 1988. 

Penso che la ragione principale che l’ha portato al Nobel sia legata al fatto che le sue opere coprono una vasta gamma di argomenti – sostiene una studentessa di Pechino – Ci permette di esplorare i suoi e i nostri stessi sentimenti attraverso la lettura dei suoi libri”.

 

 




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47622 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47782 KB
Better Tag Cloud