search
top

Non mettetemi fretta


Il secondo romanzo di un autrice che conosce perfettamente il fine umorismo. Ho letto la sua prima opera e i piccoli manuali che si trovano su questo stesso sito e non ne sono mai rimasta delusa. I protagonisti, sempre maschili, sono ben delineati e la Musu riesce a far ridere il lettore che può immergersi nella loro vita e nei loro ragionamenti, talvolta molto strambi ma sempre molto divertenti. L'umorismo non è per tutti, soprattutto ai giorni nostri in cui siamo abituati a leggere spesso libri umoristici di autori che in realtà lavorano in televisione o giù di lì. Una lettura da cinque stelle perché il romanzo è complesso e neanche molto breve eppure riesce a mantenere sempre il lettore attento, con un gran sorriso. Adriana Pasetto

Maria Letizia Musu con questo suo secondo romanzo conferma tutte le cose buone che il primo romanzo (Appuntamento al buio) ci aveva offerto.
Se si vogliono trovare dei punti in comune tra i due titoli. sono il genere (naturalmente umoristico e la risata ci viene strappata spesso), la capacità di non far abbassare il livello d'attenzione nella lettura e sopratutto il fatto che anche qui, come in appuntamento al buio, il personaggio è un uomo.
Il motivo per il quale la Musu preferisce che i suoi personaggi siano dei maschietti farò in modo di chiederglielo, ma sicuramente sarà perchè siamo più credibili nelle situazioni raccontate nelle sue storie divertenti.
Oltre a Guido (il personaggio principale) altri personaggi davvero ben caratterizzati (e spesso divertentissimi) gli ruotano attorno, tra i quali una a quattro zampe (e baffi) che sicuramente tutti i lettori troveranno adorabile, anche perchè riesce a fare qualcosa fuori dal comune per quelli della sua razza, ma solo col suo padrone.
Consigliatissimo!

Editore:
Libro Aperto Edizioni

Genere: Umorismo

Estratto:
Prima di conoscere Anna non avevo mai desiderato un figlio, ma con lei penso che potrei anche cimentarmi in quest'avventura, sebbene il pensiero di una creatura tra le braccia mi faccia sentire le budella che fluttuano nel vuoto come un ponte tibetano. Ovviamente spero anche che il suo desiderio di maternità si appaghi col numero più esiguo possibile, consegnando ai posteri il nostro DNA col massimo impegno nella fase della procreazione e il minimo sforzo nella fase di crescita della prole.
Anna ha un desiderio incontrollato di condividere con me la gioia di cambiare pannolini maleodoranti, pulire vomiti acidi e aspirare secrezioni nasali con malefici tubicini. Lo vidi fare una volta a mia cognata con Alessio e ancora oggi il pensiero mi attorciglia convulsamente lo stomaco. Ricordo che, appena lei introdusse quel tubicino nelle tenere narici di mio nipote, intuii quello che stava per accadere ma non riuscii a evitare di assistere alle prime fasi del recupero mucoso. Roba da CSI. Dopo qualche secondo di paralisi, mi allontanai con nonchalance, dirigendomi in trans verso il bagno. Me ne stetti lì a lungo, abbracciato alla tazza del water con la fronte imperlata di sudore e un muflone in amore nello stomaco, mentre chiedevo al mio amico in ceramica Pozzi Ginori: "Ma il naso non si soffia col fazzoletto?".
Nonostante quell'esperienza, ho deciso che quando sarà il momento di dividerci i compiti con la prole, io cambierò i pannolini e lei aspirerà le secrezioni. Il vomito ce lo giocheremo ai dadi. Certo, questa è una decisone che ho preso da solo, senza mettere al corrente Anna, esclusivamente perché non ho ancora avuto modo di parlarne con lei. Il nostro matrimonio è ancora meravigliosamente attorcigliato in quella fase in cui ognuno è assolutamente bendisposto verso l'altro, i difetti non si vedono (anche se ci sono), ma se per caso vengono fuori diventano elementi di originalità e unicità. Insomma, mentre i nostri sguardi s'intrecciano al pari delle nostre mani, vediamo nell'altro solo il meglio del meglio. Temo, quindi, una percentuale ridottissima di quello che siamo veramente. Sappiamo, inoltre, di avere in comune abbastanza argomenti da poter costruire litigi per una quarantina d'anni, quindi abbiamo serie probabilità di convivere con eleganza fino alla vecchiaia.

Acquisto:
Acquistabile da:
http://www.libroapertoedizioni.it/
http://www.amazon.it/Non-mettetemi-fretta-ebook/dp/B00B7ATR0Q/ref=sr_1_2?s=digital-texteie=UTF8eqid=1368732864esr=1-2

Librerie associate:
Libreria La Quarta dimensione , via degli Alfani 99/R, Firenze
Libreria Lupo Rosso, via Volta 1/H, Torino
Libreria Adeia, via A. Santovetti 18, Grottaferrata (Roma)
Libreria Liberrima, Corte dei Cicala 1, Lecce
Libreria Sarra, via Regina Elena 6, Sora (FR)
Libreria Lotto 49, via Principe Amedeo 12-16, Frascati (Roma)
Libreria Il Catalogo, via Castelfidardo 58-60, Pesaro (PU)
Libreria Librando, Viale Rimembranze 13-15, Amelia (TR)
Libreria Il mio libro, via Sannio 18, Milano
Bibliotè, via Lucio Gallo 13, Sora (Fr)
Libreria Univeritas, via San Tommaso D'Aquino, 3D, Sora (Fr)
Dream's Book, Corso Valesia 26, Gattinara, Vercelli
Cartolibreria Ioppa, via G. Ragni 2, Romagnano Sesia, Novara
La Nuova Idea, viale Fassò 26, Borgosesia, Vercelli
Dettori Cartolibreria srl, via Cugia 3/5, Cagliari
Libreria Le Nuvole, Calle ST. Lluís 11 Barcellona, Spagna




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47613 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47785 KB
Better Tag Cloud