Novità in libreria: VAN EYCK

by | 21 Nov 2021 | Novità in libreria | 0 comments

Liana Castelfranchi

«Quando Max Friedlander definiva van Eyck uno “scopritore”, si riferiva a quella straordinaria mescolanza di realismo e fantasia nella rappresentazione degli infiniti aspetti dell’universo mondo – «conosce le stoffe come un tessitore, l’architettura come un capomastro» -, convinto che con la sua comparsa la pittura stessa si fosse aperta a nuove esplorazioni: dal paesaggio alla natura morta, dal quadro di devozione al ritratto. Ma Jan van Eyck fu scopritore anche nella ricerca dei mezzi, perfezionando quella tecnica pittorica a olio, sicuramente già in uso al suo tempo, ma di cui egli certamente esaltò le possibilità di indagine della luce. Fu a un tempo l’acutezza del suo occhio poetico e della sua curiosità d’indagine a stimolarlo a una tecnica più acuta e duttile […]. Non arrivò a dipingere in quel modo grazie alla sua presunta scoperta, ma certamente fu guidato a perfezionare la propria tecnica grazie all’osservazione e alla fantasia». Fatta salva la difficoltà che ogni studioso incontra nell’affrontare la figura immensa di van Eyck, dato che solo 17 opere risalenti al periodo tra il 1432 e il 1439 gli sono attribuibili, l’autrice è riuscita a far emergere dalla sua analisi tutta la grandezza dell’artista, che operò sotto l’impulso di geniali soluzioni sperimentali ed esplorò territori pittorici inediti, destinati a rimanere sostanzialmente senza seguito fino alla grande pittura del Seicento olandese.

Liana Castelfranchi

(1924-2013) ha insegnato Storia dell’Arte Medievale all’Università di Verona e all’Università degli Studi di Milano, dedicandosi allo studio della pittura del Trecento e del Quattrocento con particolare attenzione ai fenomeni della circolazione artistica e ai rapporti tra arte italiana e d’Oltralpe. Per Jaca Book ha curato la collezione Storia dell’Arte Europea, ed è autrice di numerose pubblicazioni, tra cui: L’Angelico e l’Umanesimo (1989), Le arti minori nel Medioevo (1994), L’Arte romanica (2008), Lo splendore nascosto del Medioevo (2020), Italia Fiandra nella pittura del ‘400 (2021) e Il Quattrocento. L’arte del rinascimento (2021). 

 

Diag| Memory: Current usage: 61970 KB
Diag| Memory: Peak usage: 62131 KB