search
top

Ponte del Lovo


Ho appena finito di leggere Ponte del Lovo e devo confessare di essere stordita. Mai e poi mai mi sarei aspettata una tale esplosione narrativa !E' cruda, vera, c'è una potenza in essa che ti trascina in territori vergini, dove a volte ti perdi ma spesso ritrovi qualcosa di familiare. Temevo fosse una di quelle storie che iniziano sul web, passano attraverso le alcove e, in percentuale minimissima, approdano a livelli superiori. Ponte del Lovo no. Qui c'è un percorso inverso, raro in questi tempi di "toccate e fughe", dove non si trova mai tempo e voglia per l'approfondimento, dove tutto rimane sempre in superficie.
Nell'esperienza dei due protagonisti c'è, dall'inizio, la voglia di raccontarsi partendo dalle più intime profondità, quelle che spesso nemmeno noi stessi preferiamo sondare, perché sappiamo quanto male potremmo farci; e questo fatto prende subito il sopravvento sulla classica vacuità dei rapporti "webiani" e rende la storia immediatamente diversa.
Lui, Maurizio, raro esemplare di orso dell'Appennino Tosco-Emiliano, trova in Nicoletta l'interlocutrice che ha cercato per una vita intera ed il suo merito sta proprio nell'averla riconosciuta all'istante, tra centinaia di volti, dentro ad un quadratino di pochi millimetri e di averla inseguita e braccata fino a farle cambiare pelle, fino a farle riconsiderare la sua vita, aprendo un nuovo percorso in quella via di resistenza che lei stessa si era creata, salvando al tempo stesso anche la sua anima. E tutto questo congiungendo, pezzo dopo pezzo, radici, mondi, stili di vita così tanto diversi tra loro da risultare, infine, più uguali che mai.
Mi ha colpito molto anche la commistione di linguaggi artistici: musica, fotografia, scrittura, letteratura. La miscela è sorprendente e ben dosata. Avvince, senza distogliere l'attenzione dalla vera protagonista del racconto: la genesi di questa bellissima storia.
Marina Tuni

Editore:
MIMAGE Edizioni

Genere: Romanzo

Estratto:
Incipit.
La porta a vetri lascia rimbalzare le lucette dell'albero findentro la stanza. Il posacenere è pieno di mozziconi, latesta un fitto di domande e veloci risposte. Bisogna regalarsiun movimento leggero del corpo, quasi impercettibile,e con il resto di sé rimanere immobili e concentrati.Una sposa.Una sposa in vena di perdere i pensieri al riparo dei vetriumidi della mia auto, di smarrire le parole, di annegarle inun fiotto caldo. Al diavolo sogni e pretese, voglio semplicemente allentare la tensione; le ossa mi stanno mettendo alla corda e ho il mondo da sistemare.Una sposa, non voglio concedermi altro, non posso permettermelo, devo solo stare attento. La Rete è un terrenomolto ampio. Rimanere risucchiati in un contachilometriè questione di un attimo.
Tra i profili di chi è alla ricerca del niente vado tracciandouna rotta che non c'è, quella di un veliero incagliatodentro la bottiglia, e non voglio pensare a ieri, non possopensare a cosa mi ha scritto Sabrina.Fottutissimi messaggini d'auguri.Sentirli sbuffare nell'etere, tra calci e spintoni, già di persé non lascia in bocca un sapore buono, ma spedirne unoa lei è stato quasi un obbligo. E Sabrina, donna e madre,perla d'umanità raccolta nello sprofondo dell'estate appenapassata, ha risposto nell'unico modo possibile.
Sabrina non sa.Non sa della schiena a pezzi e di quanto io mi creda risolutonei miei propositi. Sabrina risponde e sa soltanto a chi manda il messaggio.
Quelle poche righe le ricevo mentre sto guidando e sonodavvero fottutissime; per non smarrire l'orizzonte, ilvolante devo stringerlo con tutte le forze.
" L'importante è che tu sia consapevole che il tuo troppoè speciale ed è giusto rincorrere il sogno. "
Non posso Sabrina. Adesso non posso.Adesso datemi una sposa che il sogno lo mettiamo nelcassetto del marito. Gli prendo in prestito la moglie e incambio gli lascio il mio sogno così, magari, quando glielariporto, avrà parole nuove per lei.

Acquisto:
In formato cartaceo, brossura 14x21, pagine 300 e in formato eBook su tutti i principali Bookstore online.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47602 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47775 KB
Better Tag Cloud