search
top

QUANDO MANCA L’AMORE

FEDERICA MARIA ONGANÌA

QUANDO MANCA L’AMORE
Le rivelazioni di Marion

Romanzo biografico di ‘formazione’

schermata-2017-12-06-alle-15-00-30

Marion è un modello della resilienza.
…Quanto ha dovuto impegnare le proprie forze
per cercare di ottenere briciole di attenzioni.

 

Sinossi

Marianna, detta Marion, è una bimba cui è stata rubata l’infanzia, una giovane cui sono state tarpate le ali, una donna che ha tentato il riscatto di sé interrotto dalla morte
che l’ha ghermita nel mezzo della vita iniziata finalmente con giorni felici.
QUANDO MANCA L’AMORE è un libro testimonianza colmo di emozioni.
La lettura è cronaca di rivelazioni che portano a conoscere i sentimenti di come Marion mettendosi a nudo trova l’autostima non essendo amata.
La protagonista dialoga con lo specchio, che non la tradisce, è elevato ad amico caro
cui consegnare le proprie confidenze e porre domande incalzanti, che lenisce il dolore
di sentimenti mancati, di risposte non avute dai genitori, inevitabilmente avvitati sulle proprie miserie, vittime, a loro volta, di ignoranze e solitudini che rigettano su Marion. Solamente da adulta ha compreso l’importanza del perdono quale unico mezzo
per liberarsi delle sofferenze, passate che però non ha potuto dimenticare.
Il perdono ha completamente cambiato la sua vita.
Non è stato facile per Federica Maria Onganìa ripercorrere le strade dell’esistenza dell’amica, con cui ha pianto, riso e condiviso vicende, ma l’impresa di incamminarsi
sui sentieri impervi di un diario irto di fatiche è il più bel dono che Marion abbia ricevuto, sebbene ad ali già spiegate.
Questo libro è un po’ una macchina del tempo, che ti ributta lì dove non vorresti vivere, ma è bene andarci, con il coraggio della curiosità, della voglia di conoscere
e solidarizzare con una bimba, una giovane, una donna di nome Marion.

 

QUANDO MANCA L’AMORE – Le rivelazioni di Marion, è un romanzo ispirato
a una storia vera, dal linguaggio comprensibile che suscita commozione.
Un romanzo che esprime pensieri, gioie, momenti oscuri ed emozioni di una bambina, di un’adolescente, di una donna di nome Marion, capace di risalire dal baratro di una difficile condizione di vita per riappropriarsi di una buona stima di sé.
Un diario regalato ad un’amica racchiude tragiche esperienze di vita, alle quali si è ispirata l’autrice Federica Maria Onganìa, pubblicandole in un libro. Narra la sua vita tragica e felice, con un messaggio sull’importanza di amare se stessi e gli altri, come obiettivo principe della propria esistenza.
Sin da bambina donava affetto e chiedeva affetto. Un sentimento che non le veniva concesso da chi la vita gliel’aveva data e poi messa da parte. Senza l’affetto materno Marion si percepiva in gabbia, dentro una prigione tetra e buia, ma che la forgerà
nel carattere e la farà crescere, anche nei sentimenti, donandole la capacità di perdonare. Perdono che l’ha trasformata, fortificata e proiettata a passi sicuri verso l’amore, che copre e trasforma tutto e certamente anche il suo ‘odio devastante’ di cui si era incolpevolmente nutrita.
Marion, una bambina, una adolescente, una donna che voleva vivere, nell’amore.
Questo romanzo biografico mi ha scaldato il cuore e la speranza che lo scaldi a chi legge questo libro.

Editore Arnaldo Curti




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47531 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47703 KB
Better Tag Cloud