search
top

Respiri


"Non si può leggere tutto d'un fiato: Respiri è un libro da assaporare, pagina per pagina, da fare scorrere dentro, così permeato di emozioni, così vivo e vibrante. Tanto da dimenticarsi che la sua autrice ha appena vent'anni. Già, perché Jessica scrive da diversi anni, ha iniziato alle medie e a 16 anni è diventato un modo per sfogarsi, per "buttar fuori" i sentimenti più nascosti: "Ho iniziato ad essere me stessa con la scrittura – osserva – che poi mi ha fatto diventar me stessa nella vita." Una delle sue scrittrici preferite è Virginia Woolf e di lei forse si legge qualche atmosfera interiore anche nel suo lavoro, ma ciò che colpisce è la capacità di descrivere sensazioni ed emozioni che non sembra possano appartenere ad una ragazza così giovane. "Scrivo di ciò che mi accade intorno – spiega – ciò che osservo, che può capitare anche a qualcuno a me vicino. La fantasia parte, le immagini si sovrappongono e inizio a scrivere." Respiri inizia con un sogno, quello di Giulia, la sua protagonista, una ragazza "normale" che si sveglia all'improvviso e inizia ad affrontare il suo tran-tran giornaliero, finché qualcosa arriverà a toccarla nel profondo. "Certo, qualcosa di Giulia mi appartiene, – ci racconta Jessica – o della sua vita, o di ciò che incontra, ma per il resto mi piace osservare e poi lasciar andare la fantasia." Leggere il suo libro è lasciarsi andare ad un turbine emozionale, ci ritroviamo un po' di noi dentro, un po' di adolescenza e di vissuto, i suoi personaggi sono quelli della porta accanto che con un briciolo di fantasia entrano ed escono dai sogni di Giulia, ma anche dalla vita reale, quella che combattiamo/viviamo ogni giorno. Il suo talento è quello di raccontare una storia senza tempo, ma legata alle sue origini da un filo sottile e resistente al tempo stesso. Rari pregi di una giovane e virtuosa scrittrice".

Editore:
Antipodes

Genere: Introspezionistico-psicologico

Estratto:
"Giulia fluttuava, annegava nel suo dolce mare, assaggiava e riscopriva la dimensione sospesa di un mondo parallelo, dei sogni che lo costituiscono. Si ritrovò catapultata su di un prato sconfinato. Il cielo terso, il verde dell'erba e l'accecante bagliore del sole che riscaldava la sua pelle, fecero brillare quell'immagine di luce propria. Solo l'apparizione di un vecchio e stanco salice all'orizzonte seppe rompere la staticità di quel sogno. Fra le sue fronde riuscì a scorgere un'ombra, una figura umana. Alta e snella, non riuscì a dargli un nome. Giulia cominciò ad avanzare: voleva avvicinarsi, riconoscerla, parlargli per mettere a tacere quella sensazione di vuoto e solitudine data dall'infinita vastità surreale di quel luogo. Continuò a camminare, ma ad ogni passo il peso della sua ansia la bloccava facendola sprofondare. Il verde la stava risucchiando. Cominciò a correre: l'ombra era diventata la sua unica salvezza. Vinse la gara. Ora le sembianze erano quelle di un uomo. Era ad un passo da lui e solo in quel momento si accorse che in tutto quel tempo quell'uomo non aveva mosso nemmeno un dito, uno solo, per vedere chi fosse la donna che lo stava raggiungendo a così grande velocità. All'improvviso si arrestò, come inchiodata dai suoi stessi passi, entrambi immobili ora. Una folata di vento gli bastò, si voltò. Lo riconobbe. La sveglia urlò".

Acquisto:
"Respiri" disponibile online su:

http://www.amazon.it/dp/8896926440/ref=cm_sw_r_fa_awdl_ztRtub15Q9NFH

http://www.ibs.it/code/9788896926444/servidio-jessica/respiri.html

http://www.antipodes.it/prodotti/scheda-prodotto.asp?id=64

E nelle librerie:

- Librerie Coop, Corso XI Settembre, Pesaro

- Libreria Gulliver, Via Rossini, 33 Pesaro




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47581 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47751 KB
Better Tag Cloud