search
top

RIPENSARE USTICA


APPARSA SULLA RIVISTA JP4, gennaio 2018, p.90

Ripensare Ustica di Claudio E. Pizzi

Un lavoro veramente insolito, opera di un professore ordinario di Logica e di Filosofia della Scienza che affronta il caso di Ustica, la caduta del DC-9 I-TIGI della Itavia il 27 giugno 1980, come un problema di intelligenza. Il libro è composto da tre saggi: Appunti metodologici sul disastro di Ustica; Il caso Ustica; Fatti, fattoidi e verità giudiziarie; Ustica: riflessione su due stragi.

Il primo saggio affronta la questione più grottesca, a causa della quale il caso ancora non è chiuso, e ripensarlo non è esercizio inutile: tre sentenze penali, fino alla assoluzione definitiva della Cassazione Penale di due generali dell'Aeronautica, escludono scenari di duelli aerei dei quali sarebbe stato vittima l'I-TIGI colpito da un missile o per una quasi-collisione. Ma un anno dopo il giudice monocratico del Tribunale Civile di Palermo ha condannato lo Stato a pagare 100 milioni ai familiari delle vittime per aver ostacolato la ricerca della verità. Si tratta insomma di due verità opposte, penale e civile, che si contraddicono, come il caso O. J. Simpson, assolto dall'accusa di omicidio in sede penale ma condannato in sede civile, riguardo alle quali l'autore ha agio di rilevare assurdità e salti logici, soprattutto nella seconda sede.

Il secondo saggio affronta con le armi della logica il lungo iter del caso, affrontando le varie perizie succedutesi e contraddicentesi, e in questo l'autore dimostra una buona tenuta anche degli aspetti tecnici, arrivando alla conclusione che l'ipotesi più probabile, secondo logica e secondo i fatti conosciuti, è quella di una bomba posta a bordo dell'aereo. Si legge tutto volentieri, scoprendo particolari incredibili, come il fatto che nessuno abbia mai esaminato la lista dei passeggeri del DC-9 nella tratta precedente, quella che l'ha portato a Bologna, lista poi andata perduta! Il solo suo argomento che non ci convince del tutto è quello dell'irrilevanza del MiG-23 libico caduto sulla Sila, a metà luglio, secondo chi segue l'ipotesi bomba, lo stesso giorno della caduta del DC-9, secondo altri, magistrati compresi. Eppure questo argomento non è nemmeno sfiorato nella sentenza civile di Palermo, che pure vi avrebbe trovato il sostegno migliore. D'altra parte, l'assurdo riserbo imposto, basti dire che nessuna foto del MiG o del suo pilota è mai stata mostrata, si è ritorto contro lo Stato, che la sentenza di Palermo ha condannato.

Il terzo saggio parte dall'ipotesi bomba e dalla presunzione della responsabilità libica e si dilunga nel considerare la data dell'evento, paragonandola con un altro evento, la strage di Lockerbie, con la caduta del volo Pan Am 103 il 21 dicembre 1988, anch'esso attribuito a una bomba libica, trovando tutta una serie di segnali di numerologia e di date significative che rappresenterebbero un messaggio. Gli atti terroristici non necessitano di una rivendicazione, se con le date scelte si trasmette un messaggio che i servizi segreti della nazione colpita sono in grado di leggere. A parte il fatto che vi sono alcuni, diciamo, cospirazionisti, per usare un termine ora in voga, che non credono alla responsabilità libica per Lockerbie, questa parte ci è sembrata meno convincente, a volte sforzata, ma è opinione personale. In ogni caso, si tratta di un lavoro estremamente approfondito, l'autore sa di cosa parla e ha studiato tutto, dalle relazioni peritali, tutte riportate, fino agli articoli di giornale, anche recenti, per non dire dei film, pronti a presentare ogni pseudo rivelazione alla ricerca di scoop. Nella lettura ci si imbatte in "ipotesi abduttive" , "explanandum" e Wittgenstein, ma tutto sommato si naviga bene, anche senza avere frequentato filosofia, e sottotraccia c'è anche dell'humour che rinfranca il lettore. In conclusione, un lavoro intrigante e stimolante, consigliatissimo salvo le personali riserve dette, che sicuramente non metterà fine alle polemiche ma ne innalza notevolmente il livello. Si sente assai la mancanza di un indice analitico. In vendita su http://www.amazon.it.

Editore:
createspace

Genere: Saggistica

Acquisto:
In vendita sul sito www.amazon.it in versione cartacea(euro 16,63) ed elettronica (euro9,99)




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47620 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47793 KB
Better Tag Cloud