search
top

RUVIDO INCHIOSTRO


"Nacqui/ nella fragilità/ di tenere emozioni, quando/ congiunzioni di vita/ vestivano/umani incanti/ nella dolcezza della sera.// Un angelo/ poi mi prese per mano/ e mi ha portato/ nel tempio delle Muse,/ laddove/ i rami dello spirito/ non sono altro/ che baci dell'eternità." – "Testimonianze"

Una dichiarazione di Vincenzo Monfregola che mostra sin da subito i suoi intenti poetici: sono le Muse che accompagnano il poeta nello scrivere versi immortali. Come per gli aedi greci che si rivolgevano alle Muse, così anche nell'epoca contemporanea lo scrittore ha bisogno di un aiuto esterno proveniente dal mito e dalla classicità.

Alessia Mocci

Editore:
Rupe Mutevole

Genere: Silloge poetica

Estratto:
Il titolo della raccolta poetica "Ruvido inchiostro" è stato scelto per celebrare, per l'appunto, le possibilità creative che si manifestano il contatto di una mente in fermento che, al pari di un ruscello, si insinua vorticosa all'interno di un'immagine viva e pulsante. Un'immagine che abbisogna delle parole per fuoriuscire dalla prigione del pensiero. Questa ruvidità dell'atto poetico, questa ruvidità a contatto con l'inchiostro di una penna solleva l'Io dal tarlo insistente e riproduce in parole sensazioni e visioni.

Acquisto:
RETE IMPRESA SOTRE

http://www.reteimprese.it/pro_A40124B189663




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47586 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47752 KB
Better Tag Cloud