search
top

SENZA UN RAGIONEVOLE DUBBIO in uscita il 19 giugno

Lisa Moore

Senza un ragionevole dubbio

 Schermata 2014-05-26 alle 09.58.05

In libreria dal 19 giugno

Dopo il premio Nobel Munro,
un’altra autrice canadese capace di restituire al lettore un quadro della realtà
del Paese che ama,
con tutte le sue contraddizioni.
E di raccontare la solitudine, l’isolamento e la generosità dei grandi spazi.

 

Terranova, 1978.
David Slaney, venticinque anni, evade dal carcere dov’è rinchiuso da quattro per traffico di stupefacenti. Deve raggiungere Brian Hearn, suo complice nell’operazione che gli è costata l’arresto. Hearn vive a Vancouver, letteralmente all’altro capo del continente, e vuole che Slaney ritenti l’impresa di portare un carico di marijuana dalla Colombia in Canada. Slaney accetta perché vuole far soldi e riconquistare la fidanzata, Jennifer, una ragazza madre da lui aiutata in tutti i modi, che non si è mai fatta viva durante gli anni del carcere perché ricattata dai servizi sociali con la minaccia di toglierle la figlia. La polizia incarica Patterson, un agente di mezza età con un tremendo carico familiare, disperatamente in attesa di una promozione e di una buona paga, di inseguire Slaney assoldando di volta in volta una serie di personaggi che gli diano un passaggio. Quando arriva fortunosamente a Vancouver, e incontra Hearn, che ha cambiato nome e conduce una vita lussuosa, David capisce che qualcosa non va, ma scaccia il sospetto del tradimento dell’amico, troppo difficile da accettare. E prosegue per il Messico e la Colombia, con altri complici di aspetto e comportamento sempre più dubbi, fino al ritorno in Canada con il suo pericolosissimo carico, dove lo attende una sorpresa che chiude il cerchio della storia.

Lisa Moore è una maestra della concisione, della precisione, del dettaglio, della descrizione e della caratterizzazione immediata di ambienti e personaggi.
Alla trama complessa, da vero e proprio thriller, fanno da contraltare le vicende private delle singole persone. Magistrale e struggente, in questo senso, è la storia del poliziotto Patterson, consapevole di quanto la propria fortuna dipenda dalle disgrazie altrui. O quella di Slaney, intelligente, sincero, che intuisce il tradimento ma non se la sente di sventarlo. Il concitato, pericoloso, viaggio da un capo all’altro del continente americano è quindi per l’autrice un pretesto per raccontare quello che veramente le interessa: la vita interiore dei personaggi, fatta di ricordi, ansie, sentimenti forti e generosi.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47613 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47785 KB
Better Tag Cloud