search
top

Sono solo pupazzi

Sono solo pupazzi 

di

Gaetano Marchitelli

 

Schermata 2014-12-09 alle 09.53.12

Gaetano Marchitelli, ammazzato per sbaglio nel 2003 nell’ambito di un regolamento di conti per le strade di Carbonara (Bari), ci accompagna per mano alla scoperta della piazza del suo paese, delle pittoresche signore che animano le strade scambiandosi ricette a gran voce, dei ragazzini spensierati che progettano di marinare la scuola, dell’amicizia con Mario.

Su tutte le scene incombe la macchina gialla simbolo dei poteri mafiosi che tengono in scacco la cittadinanza.

La vicenda di Gaetano e del suo amico Mario, che rimase ferito quel 2 ottobre di più di dieci anni fa, rivive nella sua normalità tragica, facendo continuamente riferimento a fatti realmente avvenuti e dando voce ai protagonisti delle vicende: un modo semplice per ricordare ciò che non deve più accadere.

 

Per educare alla legalità non servono le teorie, quelle si lasciano ai ‘grandi’. Piuttosto il territorio chiede di recuperare fatti, memorie, storie vissute e terribilmente tragiche, su cui innestare e far rinascere gesti quotidiani, apparentemente irrilevanti, che però contribuiscono a disfare la rete della malavita.

Questa storia è anche uno spettacolo allestito dal Gran Teatrino di Pulcinella (www.casadipulcinella.it).

 

AUTORE. 

Francesco Minervini vive a Bari, dove insegna Lettere al liceo classico. Ha collaborato alla creazione del portale ‘Scienziati di Puglia’, è autore di Guerra e pace in Omero (la meridiana), di Si vis pacem (Aracne) e di Abecedario del VII gruppo (L’Autore Libri Firenze). Per Stilo ha pubblicato InCanto classico. Autori latini e greci e cantautori d’oggi in concerto (2010) e Il grido e l’impegno. La storia spezzata di Michele Fazio (2012).

 




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47505 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47650 KB
Better Tag Cloud