search
top

Tomas Transtromer Nobel per la letteratura

«Attraverso le sue immagini dense e limpide ha offerto un nuovo accesso alla realtà»

Il Nobel alla letteratura quest’anno ha voluto rendere omaggio alla poesia. L’ambito premio è stato assegnato a Tomas Transtromer, da molti considerato il maggiore poeta svedese vivente.
Oltre che poeta è anche un importante psicologo e traduttore.
Nonostante un ictus che gliha compromesso la capacità di parlare, Transtromer non ha mai smesso di scrivere poesie dando voce a delle opere collocate tra modernismo e surrealismo.
Da anni in lizza per il Nobel, finalmente il 6 ottobre 2011  all’età di 80 anni ha raggiunto questo meritato traguardo.

Vi riporto la presentazione dell’autore presente sul sito dell’Editore Crocetti che l’ha pubblicato in Italia:
“Voce fondamentale del mondo letterario internazionale, le sue liriche sono state finora tradotte in quarantasei lingue, tra cui bengalese, bulgaro, gaelico, georgiano, giapponese, ungherese, cinese, serbo, ucraino ecc. Testimoniata da notevoli riconoscimenti critici, la sua funzione ispiratrice emerge anche da ammissioni di debiti “creativi” nei suoi confronti da parte di molti poeti: in particolare le giovani generazioni statunitensi, formatesi sui suoi testi letti e studiati nelle università, e polacche, per le quali Tranströmer è da tempo divenuto un vero e proprio cult poet. “Confessioni” di “furti di immagini” giungono da Premi Nobel come Iosif Brodskij; espressioni di stima e ammirazione da Bei Dao, Seamus Heaney e Derek Walcott, che in un’intervista ha proposto per lui il Premio Nobel. Kjell Espmark, poeta e critico membro dell’Accademia di Svezia, afferma che, con Strindberg e Swedenborg, Tranströmer è lo scrittore svedese che più ha influenzato la letteratura internazionale. Le radici della sua poesia affondano nella tradizione modernista, soprattutto simbolista. Vi si avvertono inoltre influenze dell’estetica baudelairiana delle corrispondenze, del programma imagista nonché del Surrealismo nella composizione e scomposizione di immagini che sembrano scaturire direttamente dal sogno. Di T.S. Eliot Tranströmer condivide i concetti di storia e tradizione e il metodo di cogliere, sebbene in forma più impersonale, realtà immanenti attraverso osservazioni oggettive. La raccolta qui presentata costituisce quindi un punto di partenza insostituibile per conoscere la lirica di uno dei maggiori protagonisti della poesia del nostro tempo. Poesia dal silenzio ha vinto l’edizione 2004 del prestigioso Premio Nonino.”




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47619 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47782 KB
Better Tag Cloud