search
top

Vita ed eternità nelle grandi religioni

Julien Ries

Vita ed eternità
nelle grandi religioni

Schermata 2014-12-11 alle 09.49.09
Con questo volume, come dice la nota editoriale che l’accompagna, «ci troviamo di fronte a una delle più classiche aperture di un cassetto da tempo rimasto chiuso. Questo è potuto capitare anche a uno studioso come Ries, che aveva un archivio formidabile, oggi Archivio Ries per l’antropologia simbolica presso l’Università Cattolica di Milano». Tra il 2009 e il 2010, nel preparare la prolusione per la Laurea Honoris Causa che l’Ateneo milanese gli avrebbe conferito di lì a pochi mesi, il caposcuola dell’Antropologia religiosa fondamentale rinvenne alcuni suoi scritti interessantissimi, in buona parte inediti benché datati. La nomina a cardinale, che seguì nel 2012, rese impossibile per Ries (scomparso nel 2013) terminare la revisione di quelle carte. Tuttavia, in esse ritroviamo, come nell’intera sua Opera Omnia in corso di pubblicazione presso Jaca Book, il senso del Sacro e le sue costanti (Mito, Simbolo e Rito), oltre ai suoi commenti, che si rivelano sempre dei flash di lettura straordinari.

 

Julien Ries (1920 – 2013) è lo storico belga delle religioni mediorientali che ha dato vita a un nuovo campo del sapere: quello dell’antropologia religiosa fondamentale. Ha, tra l’altro, organizzato e diretto il Trattato di Antropologia del Sacro, edito in dieci volumi da Jaca Book.




Leave a Reply

*

top
Diag| Memory: Current usage: 47522 KB
Diag| Memory: Peak usage: 47665 KB
Better Tag Cloud